rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Attualità Aprilia

Tre aree verdi intitolate a tre donne: l’8 marzo le cerimonie di inaugurazione

E’ una delle iniziative programmate per la Giornata internazionale della donna dal Comune di Aprilia. Il sindaco Terra: “Vogliamo mantenere vivo il ricordo di figure straordinarie: Lelia Caetani, Sibilla Aleramo e Anna Ridolfi”

Sono tante le iniziative anche nella provincia di Latina per la Giornata internazionale della donna. Ad Aprilia è ricco il calendario di appuntamenti in programma per l’8 marzo; una fitta agenda che prevede la mattina le intitolazioni di tre aree verdi ad altrettante figure femminili. L’Amministrazione, su sollecitazione dell’Anci che sostiene la Campagna “8 marzo, 3 donne, 3 strade”, ha ritenuto di voler celebrare la giornata della donna intitolando tre aree verdi a tre figure femminili nazionali e locali per dare un segnale forte nel riconoscere il valore delle donne e della loro visibilità all’interno della nostra società, al fine di ridurre l’attuale divario nella memoria collettiva. Le richieste delle intitolazioni sono pervenute dal Consiglio comunale dei Giovani di Aprilia e dal gruppo denominato “Farememoria”. L’area dedicata a Lelia Caetani sarà quella compresa tra via Giovanni XXIII e via G. Di Vittorio, via dei Mille. L’area verde dedicata a Sibilla Aleramo sarà quella compresa tra via Giovanni XXIII, via G. di Vittorio e via Gramsci. L’area verde dedicata ad Anna Ridolfi sarà l’area compresa tra via Foscolo, via delle Margherite e via Umbria. 

Le inaugurazioni sono previste per l’8 marzo a partire dalle 9,30. La prima inaugurazione interesserà il Parco Anna Ridolfi: giovane apriliana testimone dell’atrocità della seconda guerra mondiale e nello specifico “la battaglia di Aprilia”. La seconda intitolazione riguarderà il Parco Lelia Caetani: ricordata sia come artista internazionale particolarmente dotata nell’espressività visiva che come importante figura attiva nel sostegno di molti impegni umanitari e sociali della sua epoca. Il suo fervido attivismo intellettuale e morale trova applicazione anche nella prosecuzione progettuale e fattiva della creazione del Giardino di Ninfa, monumento naturale universalmente ammirato per la sua unicità. Ultima tappa delle intitolazioni sarà l’area verde dedicata a Sibilla Aleramo: scrittrice e autrice di poesie e romanzi che ha descritto il territorio pontino nel periodo precedente la bonifica, entrando in contatto con i suoi abitanti e adoperandosi per migliorarne le condizioni attraverso un progetto di alfabetizzazione. 

“Vogliamo mantenere vivo il ricordo di figure straordinarie attraverso l’intitolazione di aree verdi - ha commentato il primo cittadino Antonio Terra -, affinchè il ricordo non si affievolisca nel tempo e possa essere esempio di vita per le generazioni future. In questi anni abbiamo messo in piedi un percorso di intitolazioni dall’alto profilo storico-culturale soprattutto a uso dei nostri giovani. Che l’esempio di figure nazionali e locali sia da guida per il loro futuro”. 

Gli appuntamenti dell’8 marzo riprendono poi nel pomeriggio: alle 16,30 in sala consiliare “Luigi Meddi” c’è il convegno organizzato dall’assessorato Pari Opportunità, Rappresentanza di Genere e  Pubblica Istruzione dal titolo “La scuola luogo di crescita e di sviluppo dell’identità personale e territoriale” a cui parteciperanno, oltre al sindaco di Aprilia Antonio Terra, all’assessora Francesca Barbaliscia e all’assessore Gianluca Fanucci, anche: Enrico Raponi dirigente scolastico I.C. Toscanini, Stefania Tedesco coordinatrice psicopedagogica Nido Comunale D’Alessio, Paola Mollo vicepreside I.C. Garibald”, Laura De Angelis dirigente scolastico Liceo Meucci, Annunziata Russo psicologa responsabile SAPIS-Asam, Alessia Romeo responsabile progetto Arcipelago educativo di Save The Children e Rita Fiorentino psicoterapeuta PsyPlus progetto Fuoriclasse In Movimento. “Con questo convegno, hanno spiegato gli assessori Barbaliscia e Fanucci, vogliamo sottolineare, ancora una volta, l’importante ruolo svolto dalla scuola all’interno del nostro tessuto sociale e quello delle donne insegnanti all’interno del mondo scuola. Un ruolo prezioso e imprescindibile di formazione e crescita”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre aree verdi intitolate a tre donne: l’8 marzo le cerimonie di inaugurazione

LatinaToday è in caricamento