Sabato, 15 Maggio 2021
Economia

Dopo il grido di allarme di parrucchieri ed estetisti, le strategie per reagire all’emergenza Covid

Le proposte ed i progetti del Sindacato Bellezza e Benessere di Confcommercio Lazio Sud per il sostegno ed il rilancio del settore

Dopo il grido di allarme lanciato nei giorni scorsi, il Sindacato Bellezza e Benessere è sceso in campo con iniziative sindacali, sottoscrizione di Convenzioni agevolate per gli associati e progetti a medio termine per il sostegno ma anche il rilancio del settore e per fronteggiare l’emergenza coronavius.

E stato quindi convocato un Consiglio Direttivo per rafforzare l’azione sindacale e potenziare l’offerta di servizi agli associati: lotta all’abusivismo, istituzione di un albo professionale per acconciatori ed estetiste e la promozione di progetti e convenzioni in sostegno dei settori in difficoltà, sono i principali temi affrontati nella riunione.

“Le nostre imprese stanno soffrendo ma non si arrendono - ha dichiarato in apertura della riunione la presidente Elena Nardone - insieme, come squadra dirigenziale, dobbiamo agire, in modo incisivo e immediato sulle principali problematiche. In primo luogo, è necessario affrontare il tema dell’abusivismo, che sta dilagando e continuerà a farlo. Chiediamo a tutti i colleghi di collaborare evidenziando le criticità; da parte nostra stiamo lavorando ad un Protocollo d’intesa, da stipulare con le Prefetture di Latina e Frosinone” ha continuato la Presidente Nardone.

Il Consiglio Direttivo, all’unanimità, ha concordato nel portare avanti questa iniziativa, insieme a tutta la Confcommercio Lazio Sud, poiché il fenomeno del lavoro irregolare sta toccando molti altri settori commerciali ed artigiani.
“E’ necessario, anche, potenziare il supporto alle nostre imprese attraverso azioni concrete; grazie al  mutuo aiuto, all’ascolto e ai servizi e alla consulenza  della struttura tecnica dobbiamo fornire ulteriori stimoli alle imprese per continuare e rilanciarsi” ha condiviso la presidente Nardone con gli altri consiglieri.

In tal senso si iscrivono le convenzioni con la Banca Sella e le assicurazioni Generali. “Nello specifico - spiega Nardone -, con la Banca Sella è stato attivato il servizio ‘APPAGO’, che prevede l’attivazione per le clienti del ‘PagoPa’, che permette la rateizzazione di tutti i servizi di estetica avanzata. Mentre con le Assicurazioni Generali la convenzione stipulata, già attiva a livello nazionale, prevede una copertura assicurativa sanitaria, in caso di contagio da Covid19, per i titolari dei centri benessere da estendere anche ai dipendenti”.

In termini di progettualità future il Consiglio Direttivo di Bellezza e Benessere Confcommercio Lazio Sud ha deliberato di avviare, anche insieme con altre Confcommercio in Italia, un’importante azione per regolamentare il settore con l’istituzione di un albo professionale che qualifichi la figura di estetisti e parrucchieri, cominciando da una riforma del percorso scolastico. Sarà anche continuato l’impegno del Sindacato nell’ambito dell’estetica oncologica e al supporto al benessere estetico dei pazienti oncologici. Il Consiglio Direttivo ha, anche, voluto ridefinire e rafforzare la sua composizione con nuove nomine ed inserimenti.

Il Direttivo, su proposta della presidente Nardone, ha proceduto poi alla nomina di Simona Di Ruzza come vice presidente; è stata inserita nel Consiglio di Federica Comparone, imprenditrice di Cassino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il grido di allarme di parrucchieri ed estetisti, le strategie per reagire all’emergenza Covid

LatinaToday è in caricamento