La Cultura fa Sistema: verso la Convenzione del Sistema Integrato delle Città di Fondazione

In attesa della firma della convezione del Sistema Integrato delle Città di Fondazione e Agro Pontino e Romano, il Comune di Latina ospita tavoli di lavoro per strategie partecipate di promozione del territorio

Buone notizie per i Musei e i servizi culturali della città di Latina: prosegue il lavoro sulla valorizzazione e promozione del territorio. Dopo aver ottenuto i fondi regionali per l’innovazione e il rilancio del Museo Cambellotti e la firma della pre-intesa per la costituzione del Sistema Integrato delle Città di Fondazione e Agro Pontino e Romano, per cui i sette comuni aderenti hanno ottenuto ulteriori finanziamenti regionali, ci si avvicina alla firma della Convenzione.

Le città di Fondazione, Agro Pontino e Romano

Le città di fondazione Latina, Aprilia, Pontinia, Sabaudia, Pomezia, Guidonia Montecelio e Colleferro sono unite non solo dalle medesime origini, ovvero la profonda opera di bonifica dell’Agro Pontino e Romano, da peculiari caratteristiche architettoniche, ma anche dalla necessità di valorizzare, rendere più innovative e collegate tra loro istituzioni e luoghi di cultura come biblioteche, musei e archivi. Dunque questi sette Comuni hanno deciso di unire le forze e dopo un lungo lavoro fatto di incontri, dibattiti, collaborazioni si è giunti alla Convenzione, che non è solo una dichiarazione di intenti, ma un vero e proprio impegno approvato tramite delibera comunale.  

Il Comune di Latina come capofila

Il Comune di Latina in quanto capofila del sistema sarà sede dell’ufficio di coordinamento della rete che sarà ubicato presso il Museo Cambellotti. È stata la prima ad accettare la sfida di costituire una rete che possa migliorare l’offerta culturale della provincia pontina e non solo, che possa rendere più innovativa e piacevole la fruizione dei luoghi culturali arricchendoli di eventi, occasioni di confronto per la cittadinanza e attrattiva turistica.

I tavoli di lavoro

In preparazione alla firma della Convenzione che avrà luogo a Latina sabato 7 dicembre, l’assessore alla Cultura, Turismo e Sport Silvio Di Francia, affiancato da Elena Lusena, direttore amministrativo dei musei di Latina e Fabio D’Achille, presidente della commissione Cultura, annuncia che nel pomeriggio del 6 dicembre si terranno tre tavoli di lavoro.

Degli incontri per riflettere sugli strumenti per valorizzare il territorio, le strategie comuni per la promozione del patrimonio storico-artistico, paesaggistico e turistico dei Comuni coinvolti e per definire una nuova idea di luogo culturale moderna e innovativa.

I tre tavoli tematici avranno come argomenti: il Museo Diffuso, ovvero il rapporto tra Cultura e territorio, il Museo 4.0 ovvero il rapporto tra Cultura e Innovazione e il Museo Aperto ovvero lo stretto legame necessario tra Cultura e Partecipazione. È proprio una strategia partecipata quella su cui si rifletterà, attraverso il dialogo tra cittadini, operatori culturali, associazioni, operatori economici ed enti pubblici, per raccogliere spunti, criticità e nuove idee da realizzare attraverso il Sistema Integrato delle Città di Fondazione. Chiunque fosse interessato a partecipare potrà farlo inviando una manifestazione di interesse tramite la documentazione presente sul sito del Comune.  

La Cultura fa Sistema

Tutte le proposte e gli spunti sui quali lavorare saranno poi sintetizzati nella mattinata di sabato 7 dicembre durante la tavola rotonda "La Cultura Fa Sistema" alla quale parteciperanno Lorenza Bonaccorsi (Sottosegretario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo), Antonio Lampis (Direttore generale Musei MIBACT), Albinio Ruberti (Capo di Gabinetto Presidenza della Regione Lazio), Umberto Croppi (Presidente di Fedeculture Servizi e Presidente della Fondazione Quadriennale di Roma), Marco Causi (Professore di Economia Università di Roma Tre e Presidente associazione per l’Economia della Cultura), Anna Coliva (Direttrice della Galleria Borghese di Roma).

Si iniziano a raccogliere dunque i frutti di un lungo e difficoltoso lavoro iniziato dall’Assessore Antonella Di Muro e finalmente giunti al primo grande traguardo. In attesa di avere Musei e luoghi culturali più vivi e vissuti, di offrire al turista proposte culturali attraenti e facilmente fruibili, si raccolgono le proposte di varie categorie affinché le strategie siano davvero partecipate ed efficaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • Banda dei furti seriali, in udienza la difesa contesta l'associazione a delinquere

Torna su
LatinaToday è in caricamento