rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Calcio

Insieme Formia, comunicato da applausi: "Chiediamo scusa a Zonfrilli e al Gaeta"

Dopo il duro colpo subito dal giocatore avversario, il club si scusa: "Mai ci era capitato di dover affrontare un simile evento: durante il derby abbiamo assistito a cinque minuti di totale follia, che nulla hanno a che fare con lo sport"

Nel derby tra Gaeta e Insieme Formia, lo sport ha lasciato il posto all'eccessivo agonismo che niente ha a che vedere con i valori del calcio. Nel dettaglio, Matteo Zonfrilli ha dovuto lasciare il campo dopo che Kabine Camara lo ha colpito con un calcio in faccia, proprio mentre il giocatore gaetano era a terra in seguito ad uno scontro di gioco. Il calciatore è stato trasferito in ospedale in ambulanza e ha riportato fratture pluriframmentarie nella zona dello zigomo destro. A fare chiarezza, e a chiedere scusa per quanto accaduto, proprio il club di Formia, con un comunicato:

"Ci siamo presi del tempo per pensare, sicuramente non per trovare una risposta a quanto accaduto ieri, impossibile.

Mai ci era capitato di dover affrontare un simile evento: durante il derby abbiamo assistito a cinque minuti di totale follia, che nulla hanno a che fare con lo sport. Il volto di Matteo Zonfrilli, la sua maschera di sangue è, e resterà, una scena difficilmente dimenticabile.

Da parte della società una sola parola può riassumere quanto successo: scusa.

Prima di tutto lo dobbiamo a Matteo e ai suoi familiari, con la speranza che si ristabilisca al più presto; subito dopo alla ASD Gaeta e a tutti i presenti allo stadio.

L’Insieme Formia condanna fermamente ogni condotta violenta, la nostra società è da sempre impegnata nel sociale e il progetto ha come obiettivo cardine la promozione dei valori dello sport. In virtù di questo assumeremo i necessari provvedimenti nei confronti del nostro tesserato, resosi protagonista di un gesto che non ci appartiene".

Non si è fatta attendere la risposta del Gaeta: "La società Asd Gaeta esprime il proprio apprezzamento per le parole scritte e i concetti espressi. Grazie perché non è da tutti. Le rivalità esistono e restano, anche accese. I tifosi e i loro sfottò sono ben accetti perché senza di loro nulla esisterebbe. Il rispetto, però, viene prima di tutto, sempre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insieme Formia, comunicato da applausi: "Chiediamo scusa a Zonfrilli e al Gaeta"

LatinaToday è in caricamento