Coronavirus, anche Cisterna chiude parchi e giardini pubblici. I divieti per l’attività sportiva

L’ordinanza del sindaco Carturan; multe fino a 500 euro. Asl sospende il servizio Ucpci nel quartiere San Valentino

Comune di Cisterna

Parchi chiusi e restrizioni per l’attività sportiva anche a Cisterna. Nelle scorse ore il sindaco Mauro Carturna, “per fronteggiare l’emergenza coronavirus ed evitare fenomeni in contrasto con quanto prescritto dal Governo in tema di misure di contenimento del contagio”, con un’apposita ordinanza ha disposto l’interdizione al pubblico dei parchi ed il divieto di fare attività sportiva all’aperto nelle aree comunali.

Nello specifico, il provvedimento riguarda la chiusura di tutti i parchi, giardini ed aree verdi pubbliche (con o senza recinzione) di proprietà comunale e dispone il divieto di ingresso, passaggio e di stazionamento all‘interno degli stessi, sino al prossimo 3 aprile. Inoltre, si fa divieto di praticare attività fisica e motoria all’aperto presso aree comunali finché l’emergenza sanitaria non sarà passata.

“Riguardo la circolazione sulle piste ciclopedonali, invece - spiega il Comune -, sarà consentita solo per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità” come previsto dall’ultimo Dpcm. Per il mancato rispetto dell’ordinanza è prevista una sanzione amministrativa che andrà da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro, salvo che il fatto non costituisca un reato più grave punibile anche ai sensi del codice penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’altra novità di oggi riguarda la sospensione delle attività della Ucpci nel quartiere San Valentino disposta dalla Asl di Latina. Fino alla fine dell’emergenza sanitaria in corso quindi, presso il presidio sanitario di via Aldo Moro saranno sospesi i servizi specialistici ed infermieristici. Nella stessa struttura resta attivo invece l’Ucp con sette medici di base (Cece, D'Ambrosi, Facchini, Mancini, Mastrilli, Serone e Spagnolo) dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 19:00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento