Coronavirus, l’appello di Simeone: “Prevalga il buon senso per evitare misure più restrittive”

L’intervento del consigliere regionale pontino e presidente della Commissione Sanità dopo l’aumento dei contagi degli ultimi giorni

Giuseppe Simeone

“Vorrei rimarcare con forza la necessità di tenere alto il livello di guardia sulle misure di contenimento del Covid. I dati degli ultimi giorni indicano con tutta evidenza un ritorno del fenomeno dei contagi nella nostra regione ed in particolare nella provincia di Latina; mi auguro davvero che in caso di ulteriore innalzamento del numero nel territorio pontino il direttore generale dell’Asl di Latina, Giorgio Casati, non debba essere costretto a chiedere alla Regione Lazio un intervento per sostenere l’attività di controllo del fenomeno”.

Queste le parole di Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale e presidente della commissione Sanità alla luce dei nuovi casi di coronavirus che sono stati registrati negli ultimi giorni nel territorio pontino e nel Lazio. “Purtroppo siamo ancora nel pieno della battaglia. Spero che il buon senso prevalga per evitare di essere costretti a prendere misure più restrittive.

Sappiamo che la costa pontina soprattutto in questo periodo sia tra le mete turistiche privilegiate e di conseguenza maggiormente esposta a rischi legati alla movida e agli assembramenti, ma invito tutti a comportarsi con grande senso di responsabilità. Mi appello in particolare ai sindaci, affinchè facciano rispettare le regole, presupposto essenziale per non vanificare gli sforzi ed i sacrifici fatti in questi mesi. Come pure va rivolto un appello a tutti i cittadini - prosegue Simeone - perché prendano le precauzioni come l’uso delle mascherine, il lavaggio delle mani e il distanziamento sociale in quanto il virus, seppure in maniera minore, continua a circolare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Fino a quando non arriverà il vaccino, occorrerà far rispettare le regole basilari per contenere la diffusione del Covid. Ovvero l’utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi o quando non si possono rispettare le distanze di sicurezza; l’obbligo di distanziamento sociale di almeno un metro; il ricorso a tutte le misure igieniche fino ad ora vigenti. Bisogna quindi predisporre tutte le misure possibili finalizzate al rispetto di queste regole, nella speranza che ogni tipo di attività, dalle scuole ai negozi, possano continuare a svolgersi in totale sicurezza. Occorre che tutti, con grande senso di responsabilità, facciano la loro parte per ridurre le probabilità di contagio. La salute pubblica è un bene supremo e va difeso nell’interesse di tutta la collettività” conclude il consigliere regionale pontino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento