rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Il punto della situazione

Coronavirus e mascherine al chiuso, addio dal 1° maggio? Come stanno ad oggi le cose

Secondo l’ultimo decreto del Governo l’obbligatorietà finisce il 30 aprile, ma le posizioni fino ad ora sono ancora contrastanti. Nelle prossime settimane la decisione; ma cosa ne pensano gli italiani?

Mascherine al chiuso, addio dopo il 1° maggio? E’ ancora troppo presto per dirlo, ma questo che sarebbe comunque un passaggio importante dopo la fine dello stato di emergenza non sembra al momento così scontato.

Secondo l’ultimo decreto del Governo con le misure per il contrasto alla diffusione del coronavirus, le mascherine sono obbligatorie al chiuso fino al 30 aprile ed una decisione ufficiale verrà comunque presa nella seconda metà del mese. Intanto fino al weekend della Festa dei lavoratori restano obbligatorie le Ffp2 nei luoghi più a rischio, in aereo, nave, treno (non nei regionali), autobus, metro, pullman, funivie, cabinovie e seggiovie coperte. A scuola, nei bar e nei ristoranti basta la mascherina chirurgica. Niente mascherine per i bambini fino a sei anni, i fragili, gli accompagnatori dei disabili. Niente mascherina quando si balla in discoteca o quando si fa sport.

Cosa potrebbe cambiare dal 1° maggio? Come riporta questa mattina Today, sembrano esserci sfumature differenti nei piani di Ministero della Salute e Governo. La fine dello stato di emergenza e le nuove regole entrate in vigore dal 1° aprile, soprattutto per quanto riguarda l’uso del Green Pass sia base che rafforzato, hanno permesso di fare un ulteriore passo in avanti verso un ritorno alla normalità. I dati dimostrano che l'alta contagiosità di Omicron, ancora più infettiva nella sua seconda versione, rende praticamente impossibile contenere il virus e la convivenza con il virus appare ormai inevitabile.

Ma come? Intorno al 20 aprile si deciderà, dunque, se prorogare o meno l'obbligo di mascherina al chiuso da maggio. Difficile trovare scienziati disposti a caldeggiare l'addio definitivo alle mascherine. "Nel piano del governo quella di togliere l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione al chiuso dal 1° maggio è un'ipotesi ha detto Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute e docente di Igiene pubblica alla Cattolica -. Questo mese monitoreremo con molta attenzione la curva dei contagi. Ma mi sembra molto difficile poterla togliere dal primo maggio". Secondo uno studio dei Cdc americani, con la mascherina Ffp2 al chiuso la possibilità di contagio si riduce dell'83%, con la chirurgica del 66% e con quelle di tessuto del 56%. Meglio che niente. Invece il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, dice che "ci sono le condizioni per abrogare l'obbligo dal 1° maggio".

Non è esclusa, quindi, a oggi, una proroga dell'obbligo, almeno per tutto il mese di maggio. Ma gli italiani cosa ne pensano? Il 63% secondo un'indagine di Demopolis ritiene che sia ancora troppo presto per eliminarle definitivamente a fine aprile anche nei luoghi al chiuso, nella convinzione che sarebbe preferibile mantenerla, ad esempio nei trasporti, a scuola o nei supermercati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e mascherine al chiuso, addio dal 1° maggio? Come stanno ad oggi le cose

LatinaToday è in caricamento