Lunedì, 15 Luglio 2024
L'analisi

Tutela e messa in sicurezza del territorio: in provincia 31 milioni per 56 progetti

Il punto del sindacato Uil: "Il territorio pontino è esposto ai rischi del dissesto idrogeologico. Sarà fondamentale cogliere tutte le ulteriori opportunità messe a disposizione dai fondi"

Oltre 31 milioni di euro per un totale di 56 interventi assegnati con fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza e finalizzati a tutelare il territorio e la risorsa idrica della provincia. Sei quelli finora concessi. A fare il punto è la Uil di Latina, che passa in rassegna i progetti proposti da Aprilia a Cisterna, da Cori a San Felice Circeo, fino a Gaeta e Formia, passando per Sermoneta, Priverno e Lenola. Opere che si propongono di intervenire sulle criticità consolidate nel territorio.

“Parliamo ad esempio della riduzione del rischio idrogeologico della spiaggia vicino al porto di San Felice Circeo - spiega Francesca Toselli, che nel sindacato pontino ha la delega per i rapporti con i Comuni – oppure dei lavori per la messa in sicurezza delle scuole di Cisterna, o ancora la pavimentazione di via Aldo Manuzio a Bassiano e l’adeguamento sismico dell’Ostello della Gioventù di Campodimele”. C’è poi la messa in sicurezza di Ponte Barilotto e via Stradone delle Grotte a Priverno (129mila euro). Mentre a Santi Cosma e Damiano si interverrà per mitigare il rischio idraulico in località Vignali, Selva Cimino e Ausente, nonché il rischio frana a pochi passi dal centro storico della frazione di Ventosa. Opere che vengono definite di media entità, ma che non sono per questo meno importanti. 

Nel capoluogo in particolare sono previsti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade comunali per oltre un milione di euro. A Roccagorga ci sono 80mila euro per il rifacimento di Piazza VI Gennaio, mentre ad Aprilia quasi un milione di euro è previsto per ridurre il rischio idraulico del fosso affluente Spaccasassi e un altro milione per il fosso Ficoccia. Settecento mila euro invece serviranno per regolare la portata del corso d’acqua Corlanno di Campodimele. Più di un milione di euro servirà per la riqualificazione ambientale dei torrenti Rio Fresco e Bocca di Rivo a Formia.  “Ad oggi sono stati erogati più di 6 milioni di euro – precisa Toselli –, ma per tutelare il territorio, le attività produttive, la salute e la sicurezza delle persone, l’agricoltura e il turismo, sarà fondamentale cogliere tutte le ulteriori opportunità messe a disposizione dai fondi del Pnrr, e rispetto a ciò sarà utile e necessario un confronto attivo con le parti sociali".

"Per esigenze di sintesi – aggiunge Luigi Garullo, Segretario generale della Uil di Latina – non elenchiamo tutte le opere ammesse a finanziamento, ma è chiaro che per tutti i 56 interventi monitoreremo passo dopo passo lo stato di avanzamento dei lavori e l’erogazione degli altri fondi residui, perché sarebbe un errore storico non utilizzare fino all’ultimo centesimo le risorse del Pnrr. Il nostro territorio come molte altre aree del Paese è esposto ai rischi del dissesto idrogeologico, mettere in campo azioni per accrescere la resilienza agli effetti dei cambiamenti climatici è un imperativo ineludibile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela e messa in sicurezza del territorio: in provincia 31 milioni per 56 progetti
LatinaToday è in caricamento