rotate-mobile
Attualità

Giornata mondiale del rifugiato, due appuntamenti e due luoghi per le celebrazioni

Il primo degli eventi in programma il 25 giugno con la consegna della Casa di quartiere ex Tipografia, un'opera di street arte e uno spettacolo musicale

Due appuntamenti e due luoghi diversi della città per celebrare quest'anno la Giornata mondiale del rifugiato, che si celebra il 20 giugno. Il Comune di Latina, attraverso il Sai- Sistema Accoglienza Integrazione, aderisce all'evento mettendo in campo una serie di iniziative di inclusione, partecipazione e valorizzazione dei beni comuni in programma per la prossima settimana. Proprio questa mattina, 18 giugno, si è aperto il cantiere per la riqualificazione dello spazio pubblico della Casa di quartiere ex Tipografia di viale XVIII dicembre. Un intervento che prevede la decorazione del cancello di ingresso attraverso un’opera di street art denominata “Figli della stessa umanità” realizzata da  Violetta Carpino e la riqualificazione del verde circostante a cura di Azienda Verde Tiberi, ditta coinvolta nel progetto di accoglienza nello svolgimento dei tirocini formativi. L’opera di Violetta Carpino ha come tematica di fondo l’integrazione e l’accoglienza.La scelta del cancello vuole infatti simboleggiare il senso di apertura all’altro nella costruzione di relazioni interpersonali basate sull’accoglienza e la fiducia. 

Il primo degli appuntamenti per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato sarà dunque il 25 giugno, alle 17,30, con l'inaugurazione dello spazio riqualificato e la consegna della Casa di quartiere ex Tipografia e lo spettacolo musicale a cura di “Musicantiere- Gruppo cooperazione artistica” e Associazione Ikona.

Sempre nell’ambito delle iniziative organizzate per la Giornata Mondiale del Rifugiato, lunedì 28 giugno, dalle 17:30 alle 19, presso One-Stop-Shop “WangariMaathai” del Progetto LGNet Emergency Assistance, in via Don Morosini, verranno presentati gli abiti realizzati dalle donne migranti beneficiarie del progetto Sai del Comune di Latina che hanno partecipato al corso di formazione della Maiani Accademia Moda svolto all’interno dell’Atelier Acanthus di Latina. Anche in quel caso la serata vedrà l’esibizione del gruppo musicale “Musicantiere- Gruppo di cooperazione artistica”.

"Questo è uno spazio che andrà inconro a un progetto di riqualificazione - ha commentato il primo cittadino Damiano Coletta intervendo oggi alla presentazione degli eventi proprio nella sede della ex Tipografia di Latina -  Voglio fare però una riflessione sulla ricorrenza della Giornata mondiale del rifugiato: nella cultura attuale ancora non si riesce a metabolizzare che il concetto di inclusione è un valore aggiunto. Io sono invece orgoglioso di alcune esperienze, come quella dell'Atelier Acanthus, che mettono al centro la persona e che contribuiscono a rendere una città più democratica e più libera". "Latina - ha aggiunto l'assessora al Welfare Patrizia Ciccarelli - ha sempre ricordato questa Giornata e quest'anno abbiamo scelto due date e due luoghi per celebrarla. Il tema è quello del diritto di asilo, spesso cancellato dagli acronimi, che sono di diventati di volta in volta Sprar, Siproimi e oggi Sai, ma sempre ben presente nella realtà, fatta di persone che fuggono dai loro Paesi di origine e che hanno diritto di richiedere asilo". Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato anche l'assessora alle Politiche giovanili e Partecipazione Cristina Leggio, Marco Lungo, referente della Casa di quartiere ex Tipografia, Stefania Krilic dei Servizi sociali del Comune, Diego Rubbi, direttore della cooperativa Quadrifoglio, Leonardo Valle, direttore della cooperativa Astrolabio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale del rifugiato, due appuntamenti e due luoghi per le celebrazioni

LatinaToday è in caricamento