rotate-mobile
Attualità

Gli studenti a scuola di legalità, ciclo di incontri con i carabinieri

Proseguono le iniziative dell'Arma con conferenze negli istituti superiori su cyberbullismo, droga, stalking e violenza di genere

Proseguono le conferenze sulla formazione della cultura della legalità presso gli istituti superiori di Latina e della provincia. Nell’ambito delle iniziative connesse al protocollo d’intesa tra l’Arma dei carabinieri ed il Ministero dell’Università e della Ricerca nei giovani, il comandante della Compagnia di Latina, Paolo Perrone  unitamente al Luogotenente Pietro Maglione, Comandante della Stazione di Sabaudia, ha partecipato all’incontro con gli studenti del liceo omnicomprensivo ‘Rita Levi Montalcini’ di Sabaudia con circa 60 studenti in presenza presso l’aula magna e 180 studenti collegati in diretta dalle loro aule, tutti appartenenti alle classi quarte e quinte dell’istituto. L’ufficiale nella sua esposizione, si è soffermato sugli argomenti del progetto sulla legalità quali bullismo e cyberbullismo, internet, violenza in genere, droga.

È stato proiettato un video istituzionale dell’Arma dei Carabinieri e illustrato ai presenti le nozioni essenziali che distinguono i comportamenti delle persone violente, bulli e tossicodipendenti nonché le conseguenze dell’uso smodato delle bevande alcoliche e gli effetti dannosi che provoca l’uso delle sostanze stupefacenti. Grazie alla numerosa ed attiva partecipazione degli studenti e dei loro insegnanti, c’è stato un costruttivo confronto e una partecipe interazione dei ragazzi su tali temi, finalizzati ad approfondirne contorni e tratti salienti sia dal punto di visto sociale ed educativo, sia dal punto di vista più strettamente legato alle funzioni preventive e repressive dell’Arma dei carabinieri contro ogni forma di violenza e illegalità. 

Inoltre, proseguendo nel solco tracciato dal convegno organizzato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Latina in collaborazione con la Soroptimist International Club di Latina, dal titolo ‘Donne, una Rete per uscire dalla violenza’, su richiesta degli studenti che si sono dimostrati interessati e curiosi di approfondire la tematica, il tenente Monica Loforese e il Luogotenente Francesco Arpaia, Comandante della stazione di Borgo Podgora, hanno tenuto una conferenza di approfondimento, presso l’istituto ‘San Benedetto’ di Latina. 

Anche in questo caso  si è avuto un confronto costruttivo che, grazie alla presenza della Presidente del Centro Donna Lilith Francesca Innocenti e alla Responsabile della Casa Rifugio Emily, Valeria La Valle, ha suscitato una maggiore e più diretta interazione con i ragazzi per sensibilizzarli, stimolarli e diffondere la cultura del rispetto di genere, approfondendo la tematica non solo dal punto di vista sociale ed educativo ma affermando, sempre di più, il diritto alle pari opportunità fra uomini e donne come precondizione necessaria alla prevenzione e al contrasto di ogni forma di violenza. Nello specifico, i conferenzieri hanno affrontato un dibattito aperto con i ragazzi, su ogni forma di violenza, sui fenomeni dello stalking con particolare riguardo al fenomeno del femminicidio, tematica, purtroppo, di stretta attualità che continua a riempire le pagine di cronaca. Nelle prossime settimane si susseguiranno, d’intesa con i dirigenti scolastici dell’intero comprensorio, analoghi incontri con altri studenti. Lo scopo fondamentale è quello di fornire ulteriori testimonianze di impegno e rassicurazione sociale, proporre le attività istituzionali anche dei Reparti Speciali dell’Arma, con l’obiettivo di stimolare e infondere la cultura della legalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti a scuola di legalità, ciclo di incontri con i carabinieri

LatinaToday è in caricamento