menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dell'iniziativa negli anni passati

Un'immagine dell'iniziativa negli anni passati

Il Comune di Latina aderisce a Puliamo il Mondo, tre giorni di attività contro l'inquinamento

L'iniziativa in programma nelle giornate del 2, 3 e 4 ottobre. In commissione arrivano gli orti urbani. Isotton: “Contribuiscono alla valorizzazione dei quartieri e al benessere collettivo”

Anche quest'anno il Comune di Latina aderisce all'iniziativa Puliamo il Mondo, giunta alla 28esima edizione, che si terrà nei giorni 2-3-4 ottobre. I volontari svolgeranno una serie di attività a favore dell’ambiente e del decoro di alcune aree del territorio: saranno attive associazioni, scuole, comitati di quartiere, cittadini, enti e l’Azienda dei Beni Comuni Abc per la raccolta finale dei rifiuti da portare nell’isola ecologica.

“Questa edizione è particolarmente importante – afferma Loretta Isotton, presidente della commissione Ambiente del Comune - perché è la prima, così grande, che si svolge nell’epoca Covid, e chiaramente ci saranno tutte le attenzioni del caso, ma soprattutto perché porre l’accento sui rifiuti gettati nei corsi d’acqua che poi arrivano al mare e finiscono per inquinare i fondali. Le plastiche in mare, nei canali e fiumi possono portare a morte la fauna acquatica e causare un disastro ambientale silenzioso, oltre che i ben noti problemi anche nella catena alimentare umana, quando nei pesci si trovano le microplastiche. Siamo tutti investiti di responsabilità verso le generazioni future, a cui non possiamo lasciare un mondo pieno di rifiuti: queste giornate servono anche per prendere coscienza di questo”.

Un altro aspetto ambientale, sul quale il Comune di Latina si è concentrato nel corso della settimana, riguarda gli orti urbani. Se ne è parlato nell’ultima commissione Ambiente, durante la quale è stato fatto il punto della situazione sulle possibili aree in cui realizzarli. Tra queste, c’è il lotto di via Cilea, vicino alla scuola Don Milani; un altro è quello adiacente all’ex asilo di via Milazzo e via Tagliamento, nel quartiere Campo Boario, recintato e con ingresso da via Tagliamento: è stato indicato dal comitato di quartiere come idoneo per fare orti all’interno di contenitori ripieni di buona terra, si trova in un quartiere molto popolato e vicino sia al parco Berlinguer che all’ex asilo ora gestito nell’ambito del patto di collaborazione dal comitato di quartiere Latina Nord; a Latina Scalo c’è l’area tra Via del Murillo e Via delle Camelie, già recintata e dotata di un robusto cancello di ingresso; a Borgo Sabotino, vicino alla casa cantoniera e alla chiesa c’è uno spazio già recintato e con un cancello di ingresso; un lotto si trova vicino a Piazza Udine tra via Palermo e via Torino. In più, ci sono altre aree al vaglio degli uffici, per un totale di otto.

“Abbiamo deciso di sostenere al Tavolo permanente “Patto per Latina” la realizzazione e l’assegnazione degli Orti Urbani: una proposta veloce e concreta – sottolinea Isotton – già nel programma di questa amministrazione e sollecitata anche dai comitati di quartiere e associazioni. Gli orti urbani rappresentano una possibilità reale di produrre autonomamente verdure e ortaggi per il sostentamento delle famiglie, così come avviene già da tanto tempo in molti comuni italiani. A Latina abbiamo approvato il relativo regolamento nel luglio del 2018: è stato un lavoro condiviso, votato e approvato dalla maggioranza e dalle forze di minoranza, a riconoscimento della forte valenza sociale del progetto. Un orto urbano fa bene allo spirito, valorizza il quartiere, favorisce la partecipazione sociale e la reciprocità, oltre che un’alimentazione fondamentalmente biologico e più sana. Il Comune di Latina si farà carico della delimitazione dei lotti che non sono recintati, fornirà gli allacci idrici e collaborerà a preparare il terreno bonificando dalle piante infestanti, oppure metterà a disposizione contenitori porta terra dove gli orti non saranno realizzati direttamente nel terreno. Le aree saranno assegnate tramite bando pubblico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento