Venerdì, 19 Luglio 2024
Spettacolo sul litorale / San Felice Circeo

E’ a San Felice Circeo il primo nido di tartaruga marina dell’estate 2023 nel Lazio

Contiene oltre 140 uova, il più grande mai registrato in tutta la regione. Le informazioni e i suggerimenti su come comportarsi se si incontra una tartaruga marina o si vedono le tracce del suo passaggio sulla spiaggia

Le tartarughe marine scelgono ancora il litorale pontino per deporre le loro uova. E’ stato scoperto nei giorni scorsi sulla spiaggia di San Felice Circeo il primo nido della stagione nel Lazio; a darne notizia Parchi Lazio, il portale delle Aree Protette del Lazio, che attraverso il sito e i suoi canali social lo scorso venerdì 16 giugno ha aggiornato sulla situazione. 

“Primo nido della stagione nel Lazio. Dopo quelli in Campania delle scorse settimane e quello dell'Elba in Toscana, anche nel Lazio le tartarughe cominciano a nidificare. Già martedì mattina una tartaruga era uscita dal mare a San Felice Circeo ma non aveva deposto le uova. A poca distanza da lì, giovedì pomeriggio venivano segnalate evidentissime tracce; i ricercatori di TartaLazio sono giunti sul luogo e, dopo una ricerca non facile, hanno trovato un nido contenente oltre 140 uova, il più grande mai registrato nel Lazio”. 

Il nido è stato poi messo in sicurezza. La schiusa potrebbe avvenire nella prima metà di agosto. “Comincia alla grande la stagione dei nidi di tartaruga anche nel Lazio” commenta Parchi Lazio che fornisce poi agli utenti anche delle informazioni utili su come comportarsi se si vede una tartaruga marina o le tracce del suo passaggio sulla spiaggia. 

“Se incontrate una tartaruga marina che è uscita dal mare non fate nulla se non avvisare la Guardia costiera al numero verde 1530 - si legge in un altro post della pagina Facebook -. Non la toccate, non la illuminate e non fate rumore; potrà donarvi la meravigliosa e rara esperienza di vederla deporre le uova. Quando sarà tornata in mare, segnate il punto esatto dove ha deposto le uova, sarà di grande aiuto per il personale di TartaLazio che interverrà appena possibile”. “Se al mattino trovate sulla spiaggia delle tracce come quelle nelle foto chiamate sempre il 1530 e cercate di non cancellarle: anche qui i ricercatori di Tartalazio interverranno per cercare il nido e metterlo in sicurezza. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ a San Felice Circeo il primo nido di tartaruga marina dell’estate 2023 nel Lazio
LatinaToday è in caricamento