rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
L'iniziativa

A Latina è realtà il nuovo parco giochi donato da Plasmon alla città

L'inaugurazione nell’area verde di piazza Paolo VI nel quartiere Isonzo. Un progetto portato a termine, con la collaborazione del Comune, per i 120 anni dell’azienda nel capoluogo pontino dal 1969

Un’area verde dedicata ai piccoli e non solo, un luogo dove i bambini possono divertirsi e i più grandi riscoprire i giochi che hanno caratterizzato la loro infanzia. E’ stato inaugurato questa mattina in piazza Paolo VI nel quartiere Isonzo il nuovo parco giochi che la Plasmon ha donato alla città di Latina. Un modo per celebrare i 120 anni della storica azienda che dal 1969 ha il suo stabilimento nel capoluogo. 

L’incontro di generazioni 

E proprio grazie all’intervento della Plasmon che l’area verde rinasce con l’azienda che in occasione dell’importante anniversario rinnova il suo impegno verso il territorio e verso le famiglie che affianca da decenni nella crescita dei più piccoli. E così come Plasmon attraverso i suoi prodotti accompagna le diverse generazioni, anche il nuovo parco che rinasce in piazza Paolo VI a Latina mette una vicina all’altra la generazione dei bambini con quelle dei loro genitori e dei loro nonni; ecco che si trovano allora le altalene, gli scivoli e il dondolo, giochi conosciuti ai più piccoli, ma anche la piramide delle lettere, il tris e la campana, cari invece ai più grandi e che i bimbi possono imparare a scoprire. 

Il nuovo parco donato dalla Plasmon 

Il parco, realizzato in collaborazione con il Comune, prevede un intervento complessivo di quasi 50mila euro e l’impegno da parte di Plasmon nel gestire la manutenzione del verde per un periodo di 5 anni. Con questa iniziativa l’azienda radica ulteriormente la sua presenza sul territorio e il suo impegno di vicinanza alle famiglie e alla comunità. Nella mattinata di oggi, alla presenza anche del sindaco Damiano Coletta, c’è stata l’inaugurazione dell’area verde mentre nel pomeriggio è prevista una festa aperta a tutta la cittadinanza durante la quale i più piccoli potranno conoscere anche la nuova mascotte Plasmon, Trotto il Tigrotto, il piccolo esploratore che li accompagnerà a scatenarsi, una divertente baby dance e tanto altro ancora. 

Inaugurato il parco giochi donato dalla Plasmon alla città di Latina

"La vicinanza di Palsmon al territorio"

“E’ per me un piacere e un onore presenziare a questa cerimonia di inaugurazione - ha detto il sindaco Coletta -. Quello realizzato da Plasmon è un intervento di riqualificazione importante che si rivolge ai bambini fatto da azienda importante che non ha bisogno di presentazioni e che dal 1969 rappresenta un patrimonio per il nostro territorio che conferisce una forte identità e lo fa con la sua attività quotidiana, un’azienda leader nel settore a livello internazionale. Tra il Comune e Plasmon c’è un rapporto sinergico che ha portato a questo intervento. Quello che inauguriamo oggi è un parco inclusivo, pensato e realizzato secondo i moderni criteri di sostenibilità rivolto a tutti i bambini anche i meno fortunati e che hanno delle disabilità. E’ un parco accessibile a tutti in linea con gli obiettivi dell'Amministrazione. Ricordo - ha aggiunto Coletta - che il nostro Comune è considerato capofila per il progetto della città dei bambini e nel novembre 2020 è partito anche il progetto del Consiglio comunale dei bambini. Questo parco rappresenta un modello e una 'best practice' che potrà essere replicata perché di spazi verdi ne abbiamo veramente bisogno; è un punto di partenza e sono contento che sia stata la Plasmon a dare vita a questa iniziativa che potrà essere replicata”. 

“Siamo contenti di essere qui oggi per inaugurare il primo parco Plasmon e non potevamo che far partire i festeggiamenti per i 120 anni dell’azienda da Latina, casa dei nostri prodotti dal 1969 e soprattutto casa delle oltre 300 famiglie che lavorano nel nostro stabilimento - ha detto Luigi Cimmino Caserta, responsabile degli Affari Istituzionali di Plasmon -. Attraverso questa donazione alla città l’azienda vuole radicare ulteriormente il suo impegno di vicinanza alle famigli e alla comunità, un valore che portiamo avanti ogni giorno grazie alla scelta di ingredienti e materie prime certificate da filiera italiana su cui ogni giorno vengono fatti 500 esami di laboratorio. Materie prime italiane e produzione italiana, questo il nostro segno di riconoscimento; insieme al Mipaaf infatti siamo stati capofila nel promuovere il bollo/marchio di riconoscibilità per i prodotti con materie prime italiane per offrire alle famiglie prodotti semplici, con ricette brevi e senza conservanti, coloranti, amidi, Sali o zuccheri aggiunti, ma soprattutto riconoscibili". 

“Questo è un anno importante per Plasmon che compie 120 anni e abbiamo deciso di iniziare i nostri festeggiamenti a Latina che ospita il nostro stabilimento dal 1969 - ha detto Sheila Bagattini, marketing manager di Plasmon -. Questo parco che doniamo alla città è stato pensato come Plasmon, come un trend che passa di generazioni in generazioni. Vogliamo far divertire i piccoli con i giochi dei loro anni risvegliando i ricordi dei più grandi con i giochi che appartenevano al loro passato e che possono essere riscoperti dai bambini, un po' come succede con il nostro biscotto che ha fatto crescere i nostri nonni, i nostri genitori e ancora i bambini di oggi. Oggi pomeriggio abbiamo pensato ad una festa per tutte le nostre famiglie e per tutti i cittadini che abbiamo invitato a partecipare. Questo parco è un modo attraverso cui l’azienda vuole dimostrare la sua vicinanza all comunità”. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Latina è realtà il nuovo parco giochi donato da Plasmon alla città

LatinaToday è in caricamento