Priverno, un albero per ogni bambino nato: consegnati 138 piccoli lecci alle famiglie

Gli alberelli donati dal Parco dei Monti Aurunci nell’ambito del progetto "Welcome Children"

Un nuovo albero per ogni bimbo nato a Priverno. I bambini nati nel centro lepino nel 2018 sono stati 138, così come 138 sono stati gli alberelli di Leccio che il Parco dei Monti Aurunci ha donato alle famiglie nell’ambito del progetto "Welcom Children". 

La consegna degli alberelli, autoctoni, cresciuti nel vivaio del Parco degli Aurunci c’è stata sabato pomeriggio nel corso di un evento presso l’Infermeria di Fossanova a cui hanno preso parte l’assessore regionale all’Agricoltura, Ambiente e Politiche della Valorizzazione della Natura, Enrica Onorati, il direttore Parchi e Aree protette della Regione Lazio Vito Consoli, il presidente del Parco Marco Delle Cese e il direttore del Parco Giorgio De Marchis. 

Sottoscritta una convenzione dal presidente del Parco Delle Cese e il sindaco Bilancia, un patto di collaborazione per donare un albero ad ogni nato per i prossimi 3 anni.

“L’albero è il simbolo della vita - ha detto il primo cittadino di Priverno che ha fatto gli onori di casa -, una delle prime cose che i bambini disegnano a scuola. Ed ecco che l’albero che oggi regaliamo a tutte le famiglie, grazie alla collaborazione con il Parco dei Monti Aurunci, è un simbolo di cultura ambientale. Speriamo che questo alberello possa crescere assieme ai bambini, educandoli al rispetto della natura. Ringrazio vivamente il Parco: il presidente Marco Delle Cese e il direttore Giorgio De Marchis”.  

“Siamo riusciti a stabilire in pochissimi giorni una sinergia straordinaria tra il Parco e il Comune di Priverno ha dichiarato il direttore De Marchis -. Questo è il più bel segnale che gli enti pubblici possano dare, per un  tema delicato come l’ambiente e la biodiversità. Oggi è motivo di orgoglio contribuire alla sensibilizzazione della cultura ambientale sul territorio perché il Parco, grazie alle nostre professionalità, al nostro vivaio, è diventato un punto di riferimento sulle tematiche dell’albero, della vita e dei cambiamenti climatici. 

“Oggi questa iniziativa, questo sogno che si realizzata, come detto dal sindaco Bilancia, è possibile grazie alla lungimiranza dell’assessore Enrica Onorati, che saluto e ringrazio, la quale ha sostenuto il nostro vivaio e siamo riusciti a donare le piante anche ai comuni che non fanno parte del Parco. Un sogno che si realizza grazie alla sinergia tra Enti - ha poi detto il presidente Delle Cese -. Donare a tutti i bambini un’alberello vuoi dire entrare in tutte le case e lasciare un messaggio sulla tutela ambientale e sulla sostenibilità ambientale. La firma della convezione è l’inizio di una bella collaborazione con il Comune di Priverno”. 

A chiudere l’assessore Onorati: “Priverno ha un vasto patrimonio forestale, ma questa idea andrà avanti negli anni, per celebrare gli alberi, l’ambiente, ma per celebrare anche la famiglia perché dietro ai bambini ci siete voi genitori che avete scelto di donare nuove vite alla nostra comunità. Tante sono le aree protette nella nostra Regione nella nostra Provincia, ma i maggiori tutori siamo noi e le nostre famiglie. L’alberello donato oggi porta un biglietto da visita: il sistema dei parchi nella regionale Lazio, tra i quali rientra il Parco Naturale dei Monti Aurunci, che è un’eccellenza, è un orgoglio per tutti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pomeriggio si è concluso con una lezione sulla disostruzione pediatrica a cura della Barberini Group.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

  • Violenza sessuale nello studio di una professionista, arrestato un giovane di 21 anni

  • Coronavirus Latina: dopo due giorni a zero, un nuovo caso in provincia. Calano i ricoverati

  • Coronavirus: un solo caso in provincia, 11 nel Lazio con 72 guariti in 24 ore

  • Coronavirus: 5 nuovi contagi nel Lazio. Aumenta anche il numero delle persone guarite

  • Sabaudia, parcheggi a pagamento in centro e sul lungomare: le tariffe dall’8 giugno

Torna su
LatinaToday è in caricamento