rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Coronavirus

Super Green Pass, come cambia la vita dei non vaccinati: cosa non possono più fare da oggi

Dal 10 gennaio entrano infatti in vigore le nuove misure disposte dal Governo con il decreto del 29 dicembre che vanno ad impattare soprattutto sulle abitudini di chi non ha ricevuto la vaccinazione contro il coronavirus. Scattano i primi controlli

Entrano in vigore da oggi, lunedì 10 gennaio, le misure introdotte dal Governo con il decreto del 29 dicembre che vanno ad impattare in particolare modo sulla vita di quanti non si sono vaccinati. Il provvedimento approvato dal Consiglio del Ministri prima della fine dell’anno, infatti, introduce nuove regole sull’utilizzo del Super Green Pass, che lo ricordiamo può essere ottenuto da quanti risultano guariti dal coronavirus da meno di sei mesi e da coloro che sono vaccinati.

L'obbligo del Green Pass rafforzato è esteso da oggi, infatti, in zona bianca, gialla e arancione a tutta una serie di attività e servizi. La novità più importante riguarda il trasporto pubblico locale e regionale: da oggi, e fino alla fine dello stato d'emergenza fissato al momento al 31 marzo, è obbligatorio avere il Super Green Pass per salire su un autobus, un treno o una metropolitana, e più in generale su qualunque mezzo di trasporto pubblico o privato di linea. Chi non lo possiede, spiega Today, può spostarsi soltanto con i propri mezzi. Una deroga invece è prevista per gli scuolabus dedicati agli studenti over 12 e per gli abitanti delle isole, che potranno spostarsi con il Green Pass base, ma solo per motivi di necessità, salute o studio.

Controlli delle forze dell'ordine che sono stati effettuati già oggi anche nella provincia di Latina per verificare il corretto utilizzo della certificazione verde rafforzata da parte dei cittadini pontini che salgono sui mezzi pubblici, come anche l'uso della mascherina Ffp2 - altro provvedimento che entra in vigore oggi -.

Non solo, perché sempre da lunedì 10 gennaio il Super Green Pass diventa obbligatorio per accedere a ristoranti e bar, alberghi e strutture ricettive. Senza non sarà possibile fare consumazioni al tavolo e nemmeno al banco, sia all'aperto sia al chiuso, neanche le consumazioni veloci al bancone, come prendere un caffè, diventano off limits se non si è vaccinati. Il Super Green Pass solo per vaccinati o guariti da oggi e fino al 31 marzo 2022 è necessario anche per partecipare a feste dopo cerimonie civili o religiose, sagre e fiere, entrare nei centri congressi, accedere agli impianti di risalita delle stazioni sciistiche, alle piscine, ai centri benessere anche all'aperto, a centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all'aperto.

Ed è obbligatorio anche per prendere parte ad attività sportive sia al chiuso sia all'aperto, come per esempio un allenamento di calcetto. Cinema, teatri e sale concerto erano già riservati ai soli possessori di Super Green Pass. Da oggi anche musei, mostre, biblioteche, archivi e qualsiasi luogo di cultura sono vietati a chi non è vaccinato o guarito dal covid da meno di sei mesi.

La sanzione amministrativa prevista per chi non possiede il Green Pass o il Super Green Pass e  accede a servizi e attività in cui è obbligatorio avere il certificato va da 400 a 1.000 euro. La stessa sanzione si applica al soggetto tenuto a controllare il possesso del green pass, se omette di effettuare il controllo. Se vengono riscontrate due violazioni in due distinti giorni, a partire dalla terza, il titolare dell'attività può vedersi disposta la chiusura da un minimo di uno a un massimo di dieci giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super Green Pass, come cambia la vita dei non vaccinati: cosa non possono più fare da oggi

LatinaToday è in caricamento