rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Trasporti / Terracina

Tavolo al ministero: la linea ferroviaria Terracina- Priverno Fossanova sarà riaperta

All'incontro hanno partecipato il sindaco Giannetti, l'assessora Sara Norcia, il prefetto di Latina e il personale di Rfi. Investimenti ingenti per la messa in sicurezza del Monte Cucca

Si è riunito ieri, 15 febbraio, su richiesta del ministro Matteo Salvini, il tavolo tecnico al ministero dei Trasporti per valutare la riapertura della linea ferroviaria Terracina- Priverno Fossanova. Insieme al sindaco di Terracina Francesco Giannetti, l'assessora ai Trasporti del Comune Sara Norcia, il prefetto di Latina Maurizio Falco, il consigliere del Ministro Salvini, Davide Bordoni, una rappresentanza di Rfi, l’assessore regionale ai Trasporti Fabrizio Ghera.

Nel corso dell'incontro, Rfi ha dato la sua piena disponibilità alla riapertura della linea ferroviaria per cui secondo gli accertamenti fatti fino ad oggi, sarà necessario un investimento di circa 60 milioni di euro. Tutto questo previa la messa in sicurezza del Monte Cucca. In merito a questo intervento, secondo quanto emerso, saranno necessari 15 milioni di euro oltre ai 4 già concessi. Entro la fine del mese di marzo sarà dunque convocato un altro tavolo tecnico con tutti gli enti coinvolti, ministero dell’Ambiente, ministero dei Trasporti e Regione, che hanno mostrato la chiara volontà di intervenire e reperire le somme necessarie. L'intervento è stato sollecitato anche dal prefetto Falco, che ha sottolineato come, anche in vista del prossimo Giubileo, come di quello del 2033, la riattivazione della linea ferroviaria rappresenti un’opera strategica anche in termini di sicurezza, per ridurre e spostare i volumi di traffico che sicuramente si creeranno lungo la Pontina.

"È stato un incontro estremamente proficuo, e ringrazio il ministro Salvini e tutti quelli che hanno fatto in modo che a questo tavolo sedessero i rappresentanti degli enti in grado di darci una risposta e intervenire - ha commentato l'assessora di Terracina Sara Norcia - Chiaramente parliamo di investimenti importanti, ma abbiamo visto una chiara volontà di procedere che ci incoraggia una volta di più ad andare avanti in questo percorso che abbiamo avviato per raggiungere l’obiettivo di riportare il treno a Terracina". "Riattivare la linea ferroviaria e riaprire la stazione di Terracina è certamente un obiettivo ambizioso - ha aggiunto il sindaco Giannetti - che però ci siamo prefissati fin dall’inizio. Un collegamento su ferro risulta fondamentale per la nostra comunità, non soltanto per i residenti pendolari, ma anche per il turismo e la sua destagionalizzazione, considerato tra l’altro che dalla stazione ferroviaria è possibile raggiungere con pochi passi a piedi il nostro splendido centro storico alto con il Foro, la via Appia e il Teatro Romano. Ed è strategico anche per il porto e il collegamento con le isole pontine. Le risposte che abbiamo ottenuto sono importanti e ci permettono di proseguire con fiducia su questo percorso. Grazie al Ministero dei Trasporti che ci ha dato questa grande opportunità, alla grande disponibilità mostrata da tutti gli intervenuti in rappresentanza di Ministero dell’Ambiente, Regione e Rfi, e un grazie al prefetto di Latina per il suo supporto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tavolo al ministero: la linea ferroviaria Terracina- Priverno Fossanova sarà riaperta

LatinaToday è in caricamento