Scauri, operatrice presa a bastonate per il suo impegno in favore degli immigrati

Aggredita operatrice sociale che tiene corsi di Italiano nel circuito Sprar, il sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati attivo sul territorio. Era già stata minacciata in precedenza con una lettera

E' stata raggiunta in un parcheggio isolato e colpita alla testa con un bastone. Vittima del gravissimo episodio Sabrina Yousfi, una giovane donna di Scauri aggredita da uno sconosciuto. E' accaduto giovedì notte nella zona della via Appia a Scauri ed è stata lei a denunciare ieri ai carabinieri l'episodio. 

La giovane è impegnata nel sociale, in particolare tiene corsi di italiano all'interno del circuito Sprar, il sistema di protezione richiedenti asilo e rifuguati attivo sul territorio.

Secondo quanto ricostruito, la donna era uscita da un locale dove aveva partecipato a un incontro politico, quando all'interno del parcheggio è stata colpita alla testa con un bastone di legno. Gli inquirenti sono seguono una precisa pista visto che la giovane era già stata minacciata con una lettera che faceva riferimento al suo impegno in favore degli immigrati.

Tanti i messaggi di solidarietà giunti da tutto il mondo politico e istituzionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

Torna su
LatinaToday è in caricamento