rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Terracina

Aggressione al pronto soccorso, medico colpito con calci e pugni. Arrivano i carabinieri

Momenti di tensione all’ospedale di Terracina: l’uomo dopo essere riportato alla calma è stato arrestato; aveva anche aggredito verbalmente gli altri pazienti in attesa

Momenti di tensione sono stati vissuti nel pomeriggio di ieri, venerdì 8 luglio, al pronto soccorso dell’ospedale di Terracina dove un uomo è stato poi arrestato per aver dato in escandescenze aggredendo anche un medico. 

Sul posto, in seguito alla segnalazione giunta per una aggressione fisica da parte di un paziente nei confronti del personale sanitario in servizio, sono intervenuti i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del Norm della locale che raggiunto il nosocomio hanno avuto modo di verificare che vi era un paziente in escandescenza e tre sanitari che con difficoltà estrema cercavano di immobilizzarlo. L’uomo alla fine è stato bloccato proprio solo grazie all’intervento dei militari che hanno potuto così ricostruire quanto accaduto, anche grazie alla collaborazione delle persone presenti.

Secondo quanto riferito, tutto era iniziato poco prima quando il paziente era stato trasportato al pronto soccorso dal 118 per un dolore al torace. In attesa di essere visitato presso l’ospedale, come riportano dall’Arma, aveva iniziato ad aggredire verbalmente gli altri pazienti in attesa, perlopiù anziani, e, dopo il suo intervento per riportalo alla calma, aveva poi aggredito anche un medico colpito con “calci e pugni sferrati anche al torace e di tale forza da fargli perdere anche l’equilibrio”.

Bloccato l’uomo è stato così arrestato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al pronto soccorso, medico colpito con calci e pugni. Arrivano i carabinieri

LatinaToday è in caricamento