rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Terracina

Operazione antibracconaggio a Terracina: sequestrate 150 munizioni e 33 trappole

L’attività dei Carabinieri Forestali dopo diverse segnalazioni; denunciato un uomo

Sequestrate munizioni e trappole per la cattura di uccelli selvatici e un uomo denunciato: questo il bilancio di un’operazione antibracconaggio del Nucleo Investigativo, Nipaaf, del gruppo Carabinieri Forestale di Latina. 

L’attività è scattata nel territorio montano di Terracina in località “la Ciana” ai margini del “Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi” a seguito di diverse segnalazioni relative a presunti atti di bracconaggio perpetrati in danno alla fauna selvatica da parte di persona del posto. I forestali hanno così proceduto alla perquisizione di un fabbricato e delle pertinenze dello stesso nella disponibilità dell’uomo, nonché di due veicoli di sua proprietà, "avendo fondato motivo di ritenere che in essi fossero occultati armi o munizioni detenute illegalmente e utilizzate per l’attività di bracconaggio”.

Nel corso degli accertamenti sono state rinvenute oltre 150 munizioni di diverso calibro (20 – 12 e 8) detenute in modo illegale, nonché 33 trappole (tagliole) utilizzate per la cattura illegale di avifauna selvatica. Munizioni e trappole venivano pertanto sequestrate.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione antibracconaggio a Terracina: sequestrate 150 munizioni e 33 trappole

LatinaToday è in caricamento