rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

In fuga dopo l’alt dei carabinieri, bloccati dopo un inseguimento di chilometri

Arrestati tre uomini dai militari: uno di loro era ristretto ai domiciliari. Devono rispondere dei reati di evasione e procurata evasione. E’ accaduto ad Ardea

Forzano il posto di blocco e dopo un inseguimento di chilometri sono stati bloccati e arrestati dai carabinieri. Protagonisti tre uomini di cui uno ristretto ai domiciliari e che in quel momento doveva trovarsi nella propria abitazione.

E’ accaduto nel nel territorio di Ardea nel corso di un normale controllo in strada terminato appunto con l’arresto di due fratelli di 38 e 39 anni e di un loro conoscente di 44 anni di origini tunisine da parte dei militari della locale Tenenza in azione con il personale della Squadra d'Intervento Operativo del 10° Reggimento Campania. 

Durante il servizio straordinario, che ha visto impiegate più di 5 pattuglie nel territorio di Ardea e Tor San Lorenzo, un veicolo non si è fermato all'alt imposto dai militari; immediatamente ne è scaturito un inseguimento terminato dopo pochi chilometri quando il mezzo con i fuggitivi è stato bloccato in una via secondaria. 

Sono così stati identificati gli occupanti, vale a dire i due fratelli e il 44enne. Nel corso dei controlli il 38enne, in particolare, ha fornito ai militari generalità false, poiché si sarebbe dovuto trovare nella sua abitazione agli arresti domiciliari. Portati tutti in caserma, l’uomo è stato arrestato con l'accusa di evasione, mentre suo fratello e il conoscente sono stati arrestati poiché gravemente indiziati di procurata evasione. 

L'arresto è stato convalidato e l'evaso è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fuga dopo l’alt dei carabinieri, bloccati dopo un inseguimento di chilometri

LatinaToday è in caricamento