Pronto soccorso allo stremo, la Asl ringrazia il personale del Goretti

Record di afflussi al nosocomio pontino a causa del picco influenzale e delle temperature particolarmente rigide degli ultimi giorni. In una situazione di grave emergenza l'azienda ricorda ha voluto sottolineare la professionalità di tutti i lavoratori dell'ospedale

Un pronto soccorso che, per numero di accessi, è secondo solo al Policlinico Umberto I di Roma, ma con soltanto 450 posti letto. E così nelle ultime settimane, la situazione è limite. Le temperature rigide e il picco di influenza, quest’anno particolarmente aggressiva, hanno fatto il resto. Le attese nei locali del pronto soccorso dell’ospedale Goretti sono lunghissime e i medici fonteggiano quotidianamente una serie di criticità, tra cui la carenza di posti letto, di barelle e perfino di mezzi di soccorso.

La Asl ha diramato quindi una nota ufficiale, in cui si fa riferimento a “turni impegnativi e massacranti” cui sono costretti tutti gli operatori a causa di un afflusso record, “confermando una grandissima professionalità”.  “A differenza dei grandi ospedali della Capitale – si legge ancora nel comunicato - il pronto soccorsodel Santa Maria Goretti alle spalle non ha 1000 o 1500 posti letti ma solo 450. Già questa evidenza è in grado di fornire un elemento capace di misurare quanto lo sforzo e l'impegno dei nostri professionisti è stato, in questi giorni, ampiamente meritevole di un pubblico ringraziamento da parte della direzione aziendale”.

E dunque, se in una situazione di seria criticità si da sempre conto del disagio, la Asl vuole invece riconoscere la presenza di “professionisti, donne e uomini, che in silenzio, si mettono al servizio delle persone malate e svolgono la propria attività con motivazioni e capacità che difficilmente hanno paragoni in altri settori”.

Grazie a quanti, lavoratori e lavoratrici della Asl di Latina, in questi giorni stanno dando tutto il meglio del loro impegno professionale. La Direzione Aziendale – conclude - ne è pienamente consapevole e, con impegno operativo quotidiano, è vicina a tutti, dipendenti di ruolo e precari, molto di più rispetto a ció che puó apparire da una lettura paziale ed incompleta delle vicende che in questi giorni sono apparse pubblicamente in relazione ai rischi occupazionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento