rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Atto intimidatorio contro Marco Omizzolo, da sempre contro lo sfruttamento dei migranti

Il presidenti di InMigrazione questa mattina ha trovato l’auto con le gomme squarciate. Solidarietà da parte della Flai Cgil: “ci auguriamo che le forze dell’ordine possano fare chiarezza sulla vicenda”

Atto intimidatorio contro Marco Omizzolo, presidente di InMigrazione, da sempre attivo nella lotta al caporalato e a favore dei diritti dei più deboli.

Questa mattina, infatti, Omizzolo ha ritrovato la sua auto danneggiata, con due ruote squarciate. Ora le forze dell’ordine dovranno raccogliere elementi per chiarire la vicenda che potrebbe essere collegata con la sua attività.

Sociologo, direttore editoriale di ISTISSS Editore e responsabile scientifico dell'ass. InMigrazione. Scrive per riviste e collabora con diversi istituti di ricerca.

La Flai CGIL di Frosinone e Latina esprime tutta la propria vicinanza al Presidente di Inmigrazione, Marco Omizzolo, che nella mattinata di oggi ha ritrovato la propria auto danneggiata da ignoti.

“Nel sottolineare con forza l’importanza che il lavoro di Marco fa nella difesa dei diritti dei più deboli gli esprimiamo tutta la nostra solidarietà e ci auguriamo che le forze dell’ordine possano fare chiarezza sulla vicenda e trovare i responsabili” - afferma il segretario della Flai CGIL - “Il coraggio e l’impegno di Marco ha attirato e attira le “attenzioni” di certi ambienti poco “rassicuranti”.

Questa vicenda tocca particolarmente la nostra Organizzazione visto che, proprio assieme a Marco, siamo impegnati quotidianamente nella lotta all’illegalità e al caporalato presenti nel nostro territorio”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atto intimidatorio contro Marco Omizzolo, da sempre contro lo sfruttamento dei migranti

LatinaToday è in caricamento