Cronaca

Roma-Latina, Legambiente: “No a nuovo asfalto inutile e dannoso”

Legambiente ha partecipato al presidio organizzato dal Comitato No Corridoio Roma-Latina e Comitato No Bretella Cisterna-Valmontone. Il monito: “Mettere in sicurezza la Pontina, no a nuovo asfalto dannoso”

Fermare gli sciagurati progetti di nuovo asfalto che rischiano di compromettere irrimediabilmente i territori interessati e promuovere la messa in sicurezza della Pontina. Questo il grido di Legambiente che ha partecipato al presidio organizzato dal Comitato No Corridoio Roma-Latina e Comitato No Bretella Cisterna-Valmontone.

“È assurdo costruire un'autostrada tra Roma e Latina quando si può utilizzare la Pontina che invece già esiste, la priorità deve essere la sua messa in sicurezza piuttosto che costruire un'opera inutile che danneggia il territorio" ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio, presente alla manifestazione.

"Aree di grande valore come l'agro romano e quello pontino ne uscirebbero enormemente danneggiati, mettendo a serio rischio il sistema delle acque, sventrando aree protette come quelle della Riserva del Litorale e di Decima Malafede, compromettendo aziende agricole e stravolgendo il paesaggio di quell'area.

Occorre favorire l'uso del trasporto pubblico con il potenziamento della rete su ferro puntando sulla già esistente Roma-Formia, la Roma-Nettuno, Roma-Velletri e la stessa Roma-Latina, disincentivando l'uso delle automobili con conseguente riduzione delle emissioni di CO2. La minaccia di nuovo cemento - conclude Scacchi - è forte anche sulla Orte-Mestre, si investano i fondi del Cipe piuttosto per restituire sicurezza ed efficienza.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Latina, Legambiente: “No a nuovo asfalto inutile e dannoso”

LatinaToday è in caricamento