Azienda speciale rifiuti, la preoccupazione della Cisl sulla sorte dei lavoratori

L'incertezza è data dalla necessità di passare alla nuova società tramite un avviso pubblico. Per il sindacato l'acquisizione del ramo d’azienda sarebbe stata la soluzione migliore al problema. Chiesto un incontro con le istituzioni

Interviene la Cisl di Latina sul caso dell'azienda speciale per i rifiuti voluta dall'amministrazione comunale, che avrà il compito di gestire il servizio a partire da gennaio 2018. Il sindacato guidato da Roberto Cecere esprime preoccupazione sul futuro dei dipendenti dell'ex Latina Ambiente. L'incertezza è data dalla necessità di passare alla nuova società tramite un avviso pubblico che di fatto farebbe venir meno la tutela e il mantenimento degli attuali livelli occupazionali dell'azienda.

"La Cisl di Latina ha, da tempo e con chiarezza, espresso il proprio punto di vista indicando nell’acquisizione del ramo d’azienda, la soluzione migliore al problema, in quanto tutti i lavoratori potrebbero transitare direttamente nella nuova società insieme ai mezzi. Al contrario un avviso pubblico,  li esporrebbe ad un serio pericolo perché avrebbe come conseguenza il loro licenziamento per consentire l’accesso al concorso. Una decisione - dice il sindacato - che è tutta politica, e che l'amministrazione comunale dovrebbe prendere, poichè non va dimenticato che il capitale sociale della Latina Ambiente era a maggioranza pubblica,  e che i guasti dell'azienda ormai fallita sono da imputare alla gestione politica che si è avuta in questi ultimi anni. Pertanto, a prescindere da nuove o vecchie maggioranze, è la politica che, con senso di responsabilità,  deve farsi carico della sorte dei lavoratori evitando di lasciarne alcuni per strada. Con la nuova società il Comune, nei fatti, crea un soggetto giuridico che sostituisce la società appaltatrice. In questo modo troverebbe applicazione la regola contrattuale che permette la riassunzione del personale. Un modo per  attenuare le tensioni tra i lavoratori che, in questi mesi, hanno dato prova di responsabilità svolgendo il loro servizio in città con professionalità ed impegno, nonostante i tantissimi problemi e la carenza di mezzi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Apriremo questa vertenza - dichiara il segretario provinciale Roberto Cecere - unitamente alla categoria che segue il comparto, chiedendo un incontro con le istituzioni presso la Prefettura, attivando nel contempo, la procedura di raffreddamento prevista dalla legge per i servizi pubblici. L'auspicio è di incontrarci ufficialmente con l'obiettivo di garantire e salvaguardare la piena occupazione, evitando  di  alimentare lo scontro sociale, in una vertenza che sarebbe dannosa per la collettività". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Lazio, 197 nuovi casi e un decesso. In terapia intensiva ci sono ancora 22 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento