rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Blitz anticamorra in Campania e Lazio, due pontini tra i 24 arrestati

Sono finiti in manette un uomo residente ad Aprilia e una donna domiciliata a Formia. Le accuse: associazione finalizzata al traffico di droga e commercio di prodotti contraffatti

Ci sono anche due pontini tra i 24 arrestati dell’operazione anticamorra messo a segno dai carabinieri di Ostia e Civitavecchia, che hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale.

Il blitz ieri mattina all’alba, che ha fatto finire in manette 24 persone tutte legate al clan Sarno-Mazzarella con le accuse, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, commercio di prodotti contraffatti, ricettazione e altro, con l’aggravante del metodo mafioso.

In carcere sono finiti così, A. C., 38enne romano ma residente ad Aprilia, e C. E., donna di 37, residente a Napoli ma di fatto domiciliata a Formia. Stando ai risultati dell’indagine "Vesuvio" avviata nel 2007, i due facevano parte di un clan che operava tra Napoli e il Lazio, acquistando cocaina e hashish nella città campana che poi in parte veniva smerciato sul litorale romano, in parte  venduta ad un altro sodalizio della capitale dedito anche ad attività di usura ed estorsione. L'organizzazione era attiva anche nell'acquisizione e vendita di merce contraffatta, in particolare utensili per l'agricoltura e l'edilizia, proveniente da Napoli e commercializzata in un centro del litorale romano, diventato un polo ben strutturato per la diffusione carsica di questo tipo di utensili.

Nell’indagine è stata chiarita anche la posizione A. C. di Aprilia il quale si dedicava alla vendita della droga e alla raccolta dei proventi dello spaccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz anticamorra in Campania e Lazio, due pontini tra i 24 arrestati

LatinaToday è in caricamento