rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cori

Bomba tra Cori e Cisterna, trovata sul fosso "Teppia" è stata fatta brillare

La bomba, di circa 100 chilogrammi, risale molto probabilmente al '44. Il luogo del ritrovamento fa pensare che servisse per distruggere il ponte

Era stato rinvenuto un paio di giorni fa dai carabinieri di Cori e questa mattina è stato fatto brillare dagli artificieri. Si tratta di un ordigno bellico inesploso trovato presso la tenuta “Sbardella”, vicino al ponte sul fosso “Teppia”, al confine tra i Comuni di Cori e Cisterna di Latina.

È una SC 100 (Kg), dal tedesco Sprengbombe Cylindrisch (bomba detonante cilindrica), una bomba che arrivava a bersaglio a caduta libera, essendo sprovvista di sistemi di guida o di freno aerodinamico e progettata per essere impiegata da parte delle aeronautiche militari delle potenze dell’Asse nella seconda guerra mondiale.

“Sulla base di queste caratteristiche – si legge in una nota del Comune di Cori - è lecito ipotizzare che la bomba sia stata sganciata agli inizi del 1944 dalla Luftwaffe o dalle aviazioni amiche, dopo l’inizio dell’Operazione Shingle, organizzata dagli Alleati guidati dal Maggiore Generale John P. Lucas al fine di aggirare le forzedell’Asse attestate sulla Linea Gustav e conquistare Roma”.

L’intento era probabilmente quello di distruggere il ponte sul fosso “Teppia” ed ostacolare l’avanzata degli Alleati sbarcati ad Anzio e diretti a Cori, città considerata strategica dagli Americani al fine di giungere alla Liberazione di Roma passando per Artena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba tra Cori e Cisterna, trovata sul fosso "Teppia" è stata fatta brillare

LatinaToday è in caricamento