rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Bonus bebè, voucher disponibili dal 17 dicembre: andranno a 3100 bambini

Conferenza dell'assessore regionale alle Politiche sociali e famiglia Forte. I voucher da 450 euro andranno spesi in farmacie e negozi convenzionati per l'acquisto di prodotti per l'infanzia

Questa mattina in occasione della Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia, l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, ha consegnato i primi Bonus bebè da 450 euro alle bambine e ai bambini nati nella provincia di Latina nel 2011, iniziativa che rientra nel Piano famiglia regionale da 60 milioni di euro.

In totale nel Lazio sono stati consegnati 20.700 voucher, nella provincia di Latina sono 3097, mentre a  Latina città sono stati 591; voucher che le famiglie potranno spendere in oltre 2mila farmacie e negozi convenzionati per l'acquisto di prodotti per l'infanzia entro il 31 dicembre 2013

“Proprio per tutelare l’infanzia, infatti, è scaturita la nostra decisione di assegnare il Bonus bebè da 450 euro sotto forma di voucher vincolati all’acquisto di beni per i bambini e non in denaro – ha dichiarato Aldo Forte - . In questo modo evitiamo che il contributo regionale venga utilizzato per l’acquisto di altri beni che non siano il latte, i pannolini, un passeggino, insomma per tutto ciò che occorre per crescere e far crescere un bambino”.

“I voucher, quindi, saranno distribuiti attraverso i Comuni a partire dal 17 dicembre al genitore che ha ne fatto domanda. Ricordo che il Bonus bebè è stato rivolto ai bambini nati da una famiglia con un Isee inferiore ai 20mila euro ed è stato assegnato solo dopo un lungo lavoro di verifica sulla veridicità dei dati che ha coinvolto i Comuni e la Guardia di Finanza”.

Insieme al Bonus bebè  i genitori riceveranno due carte promozionali. Si tratta di una Farmacard e di una Carta Club Bonus bebè che consentiranno alle famiglie di ottenere sugli altri acquisti sconti aggiuntivi negli esercizi commerciali convenzionati.

“Il Bonus bebè non è l’unico ma è uno degli interventi del Piano Famiglia per garantire sostegno ai genitori, per aiutarli a conciliare al meglio i tempi di vita e di lavoro, potenziando e favorendo l’accesso ai servizi educativi per la prima infanzia. In particolare, abbiamo stanziato 15 milioni di euro complessivi con cui abbiamo permesso di abbattere le tariffe degli asili nido comunali o convenzionati del Lazio di circa il 40 per cento; di questi, oltre 1,6 milioni di euro sono stati indirizzati ai Comuni della provincia di Latina. Entro il 30 giugno 2013, nel Lazio apriranno 21 nuovi asili nido, attraverso uno stanziamento di 4 milioni di euro, di cui 2 strutture nella provincia di Latina: a Sezze e Spigno Saturnia”.

“Sempre a Latina – conclude Aldo Forte -, nascerà la casa dei genitori separati dove permettere ai papà di incontrare i loro figli in un ambiente protetto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus bebè, voucher disponibili dal 17 dicembre: andranno a 3100 bambini

LatinaToday è in caricamento