Cronaca Borgo Sabotino / Strada Alta

Borgo Sabotino, trovato cadavere carbonizzato in un’auto

La vittima, un 71enne, rinvenuta all'interno di una Twingo nelle campagne di strada Alta. A lanciare la segnalazione un passante che ha notato il fumo, poi la scoperta dei vigili del fuoco. Quella del suicidio la pista più battuta

Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato nel primo pomeriggio di oggi nelle campagne di Borgo Sabotino.

E' stato un passante a notare il fumo provenire dalla campagna lungo strada Alta, dopo la centrale nucleare, nei pressi del canale Mastropietro. L'auto si trovava tra i primi filari di una coltivazione di kiwi ed era impossibile notarla dalla strada, vista la folta vegetazione ai lati della carreggiata.

Ancora massimo riserbo sull'esito dei primi accertamenti condotti dalla Mobile e coordinati dal sostituto procuratore Luigia Spinelli direttamente sul posto. La vittima è Danilo Cecconato, un 71enne senza precedenti penali; nell'immediato dopo il ritrovamento il fratello della vittima è stato ascoltato negli uffici di corso della Repubblica.

Dopo la segnalazione, i vigili del fuoco si sono recati sul posto e mentre spegnevano il fuoco che avvolgeva la Renault Twingo si sono resi conti del cadavere all'interno, sdraiato sul sedile anteriore con le braccia conserte.

"Stiamo valutando una serie di ipotesi - ha spiegato il capo della Mobile Tommaso Niglio - ma non possiamo ancora rivelare nulla, ci siamo fatti un'idea e prediligiamo una pista ben precisa". Il suicidio, forse per gravi problemi economici, sembrerebbe comunque la pista più probabile. Secondo quanto si apprende, infatti, pare che la vittima dovesse pagare un debito della sorella deceduta e per il quale gli sarebbe state pignorate alcune proprietà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgo Sabotino, trovato cadavere carbonizzato in un’auto

LatinaToday è in caricamento