Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Ponza

Ponza, Consiglio di Stato dà ragione al Comune: Sporting Frontone illegale

Messa la parola fine tra il Comune di Ponza e struttura turistica più attrezzata dell'isola pontina. Soddisfatto il sindaco che in estate aveva annullato la festa di ferragosto: "Muore il mostro dell'illegalità"

“I rilievi sono privi di pregio". Con questo giudizio ieri il Consiglio di Stato ha messo la parola fine alla guerra fra il Comune di Ponza e la struttura "Sporting Frontone", dando ragione all'amministrazione.

Il sindaco Piero Vigorelli non nasconde la sua soddisfazione: "Di fronte alla relazione prodotta dal Comune di Ponza, nella quale si documentavano tutte le illegalità commesse negli anni dallo Sporting Frontone, il Consiglio di Stato afferma la 'piena ragione del provvedimento interdittivo assunto dall'amministrazione comunale'. Più chiaro di così, muore il mostro dell'illegalità".

La vicenda dura da alcuni anni. Lo Sporting è la struttura turistica più attrezzata di Ponza, la spiaggia del Frontone è quella che accoglie le famiglie, e la sera diventava il cuore della movida con feste da ballo e aperitivi.

"Ma tutto questo - chiarisce il sindaco - è stato costruito pezzo su pezzo in modo fuorilegge, sistematicamente e consapevolmente, come confermato dal Consiglio di Stato. Nel passato c'è stata evidentemente una complicità del Comune, come si afferma nel rinvio a giudizio per l'ex sindaco Porzio e altri 31 imputati, dove si documentano una dozzina di assegni da 2.500 euro ciascuno solo negli anni 2004-2005 per autorizzare lo Sporting Frontone a feste danzanti notturne. Non a caso i provvedimenti repressivi emessi dalla vecchia amministrazione erano di facciata, perché mai resi esecutivi con atti conseguenti o sanzioni. Poi è arrivato il Commissario Prefettizio che ha emesso due ordinanze di cessazione delle attività, che lo Sporting Frontone ha impunemente disatteso".

Vigorelli ha invece reiterato la cessazione dell'attività, ha comminato sanzioni e denunce penali, ha vietato le feste da ballo, ha posto i sigilli allo Sporting con un ordine di chiusura forzata ed emesso provvedimenti di demolizione-acquisizione al patrimonio comunale. "Fra un paio di settimane - annuncia ancora il sindaco - inizieranno i lavori per la messa in sicurezza della spiaggia di Frontone che diventerà fruibile da residenti e turisti per la sua quasi interezza. La prossima estate Frontone accoglierà decine di migliaia di persone in sicurezza e con strutture turistico ricreative finalmente conformi alle leggi urbanistiche e sanitarie". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponza, Consiglio di Stato dà ragione al Comune: Sporting Frontone illegale

LatinaToday è in caricamento