Cimitero, Codacons e Federconsumatori: “Ipogeo pronta ad estumulare le salme”

Diffida delle due associazioni. Chiesto al sindaco di “non autorizzare nulla del genere. Verificare la regolarità della procedura”

Sempre più sul piede di guerra le associazioni dei consumatori contro Ipogeo dopo che, spiegano attraverso una nota Codacons e Federconsumatori, “con grande sconcerto alcuni cittadini segnalano l’attivazione da parte del Gestore dei servizi cimiteriali della procedura prevista dall’art. 35 del Regolamento”. 

In sintesi, spiegano Massimo Cusumano di Codacons e Laura Ardia di Federconsumatori, “Ipogeo sostiene che in caso di mancata sottoscrizione del rinnovo della concessione o di mancata risposta ai loro inviti a presentarsi, compresi i famigerati post-it gialli, ritengono gli eredi “disinteressati” alla tomba e quindi richiedono al comune l’autorizzazione a estumulare”. 

Immediata la diffida di Codacons e Federconsumatori “in quanto il concetto di ‘disinteresse’ non è precisato in alcun modo e i relativi criteri di determinazione non sono indicati. 

Il sindaco è stato invitato “a non autorizzare nulla del genere e a procedere invece alla verifica della regolarità della procedura e della sua legittimità anche in considerazione della applicazione retroattiva del Regolamento del 2008 a sepolture degli anni 80”.

Inoltre è stata richiesta anche la costituzione di un tavolo tecnico Gestore – Consumatori – Comune in base alla legge 244/2007 per l’avvio della verifica annuale dell’andamento del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento