Cisterna: fuori strada con l’auto per uccidere la fidanzata, ora è agli arresti domiciliari

Il Riesame ha accolto la richiesta dell’imprenditore accusato di tentato omicidio

E’ stato scarcerato l’imprenditore 35enne di Cisterna arrestato a febbraio con le accuse di tentato omicidio, lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia nei confronti della fidanzata.

Secondo il racconto della donna mentre stavano litigando in auto M.D.C., queste le sue iniziali, avrebbe bruscamente sterzato con la vettura uscendo deliberatamente fuori strada. Nell’incidente la compagna era rimasta seriamente ferita tanto da essersi reso necessario il trasporto presso l'ospedale Goretti di Latina dove era stata sottoposta ad un intervento chirurgico.

Secondo gli investigatori il 35enne voleva ucciderla ma lui ha sempre negato. Ora il Tribunale del Riesame di Roma ha concesso all’imprenditore, assistito dall’avvocato Lorenzo Magnarelli, gli arresti domiciliari. La difesa ha puntato sull’assenza del dolo di omicidio senza atti univoci che possano dimostrarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

Torna su
LatinaToday è in caricamento