Cisterna, omicidio Elisa Ciotti: frequenti litigi ma nessuna segnalazione di violenza

Indagini in corso dei carabinieri. Il marito della donna, Fabio Trabacchin, interrogato in caserma

Una separazione burrascosa quella tra Elisa Ciotti e il marito Fabio Trabacchin, 36 anni, autotrasportatore, che da questa mattina si trova alla caserma dei carabinieri di Cisterna come principale indiziato per la morte della donna. E' quanto emerge dalle indagini dei carabinieri e dalle testimonianze di parenti e conoscenti della vittima.

Omicidio a Cisterna: la vittima è Elisa Ciotti

Da quanto emerso dalle testimonianze Elisa Ciotti si stava infatti separando dall'uomo, che tuttavia viveva ancora con lei e la figlia di 10 anni nella villetta di via Palmarola. Ma i loro rapporti era turbolenti e caratterizzati da numerosi litigi. L'ultimo, a quanto pare, all'alba di oggi. Intorno alle 4 i vicini hanno riferito di aver sentito delle urla provenire dall'abitazione. Intorno alle 7 Trabacchin è poi uscito per recarsi al lavoro in una ditta di Pomezia e alle 9.45, quando in casa c'erano già gli investigatori dei carabinieri e gli esperti della scientifica, ha fatto ritorno ed è stato prelevato e portato in caserma per essere interrogato e dove poi ha confessato. 

La prima ricostruzione del comandante Vitagliano

Il primo accertamento effettuato dai militari è stato relativo ad eventuali denunce pregresse o segnalazioni presentate dalla donna alle forze dell'ordine. Ma sembra che non ce ne sia traccia. Trabacchin non risulta inoltre avere precedenti penali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Latina, due rapine in un'ora: colpiti un alimentari e un tabaccaio. Pestaggio al titolare

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

  • Cosa fare a Carnevale? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Estorsione a una donna, Costantino ‘Patatone’ Di Silvio condannato a due anni di carcere

Torna su
LatinaToday è in caricamento