Cronaca Maenza

Arrestati padre e due figli, coltivavano canapa indiana nel terreno di casa

Scoperte in una serra a Maenza 21 piante dell'altezza media di un metro e mezzo. Altri due chili erano in dodici barattoli. Il blitz dei militari della locale stazione e del nucleo operativo della compagnia di Terracina

Tre piantagioni di canapa indiana e quasi tre chili di marijuana contenuti in barattoli. E' quanto hanno rinvenuto ieri i carabinieri della stazione di Maenza unitamente al personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Terracina, al termine di una specifica attività investigativa. In manette, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio e coltivazione abusiva di sostanza stupefacente, sono finiti padre e due figli, di 53, 22 e 29 anni. 

I tre, in seguito a mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sono stati a coltivare, all’interno di un terreno di pertinenza della loro abitazione, tre piccole piantagioni di canapa indiana, di cui due in una serra, contenenti, complessivamente, 21 piante dell’altezza media di circa un metro e mezzo.

La successiva perquisizioni domiciliare ha consentito di rinvenire 2,7 chili di marijuana, contenuta in dodici barattoli di varie dimensioni, un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e la somma contante di 3.500 euro, ritenuta probabile provento dell’illecita attività di spaccio, il tutto sottoposto a sequestro.

I tre sono stati arrestati e portati in caserma, in attesa del rito direttissimo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati padre e due figli, coltivavano canapa indiana nel terreno di casa

LatinaToday è in caricamento