Cronaca

Blitz della finanza all’Ater, dal presidente solidarietà alla direzione

Dopo i controlli e le verifiche svolte ieri negli uffici di via Curtatone, il presidente Sciscione e l'intero Cda hanno espresso la loro solidarietà nei confronti della direzione dell'Ente

Dopo la diffusione della notizia del blitz di ieri della guardia di finanza presso gli uffici dell’Ater di via Curtatone, per una serie di controlli e di verifiche che vede coinvolti come indagati due funzionati e il direttore per la concessione di alcuni appalti, immediata è arrivata la piena solidarietà da parte del presidente, Gianfranco Sciscione.

Nella mattinata di oggi si è svolta l’ultima riunione del Cda con a capo lo stesso presidente Sciscione che, in virtù della sua corsa alle elezioni regionali, e come impone la legge, ha rassegnato oggi le sue dimissioni.

Nel corso della riunione il Presidente uscente ed il CdA dell’Ater, proprio in seguito alla verifica in corso da parte degli organi della guardia di finanza, hanno espresso la loro solidarietà nei confronti della direzione dell’Ente.

“L’auspicio – si legge in una nota - è che la magistratura faccia celermente massima chiarezza, al fine di permettere a questo Ente, di continuare con serenità, lo svolgimento della propria attività a favore degli inquilini assistiti e, di poter prendere decisioni in merito alle soluzioni future delle problematiche abitative delle fasce più bisognose, in un momento particolare della situazione generale di “vacatio” della Regione Lazio”.

“L'ater ha, come compito principale, la realizzazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, con i relativi servizi, nei comuni ad alta tensione abitativa, è propensa ad impegnarsi, con i comuni della provincia, per trovare soluzioni, condivise, per il recupero degli immobili, nell'ottica di favorire migliori condizioni abitative per le persone meno abbienti – ha affermato Gianfranco Sciscione –  E’ in quest’ottica che questo CdA ha operato in questi mesi, il nostro team ha cercato di operare in modo tempestivo e trasparente, la speranza è che in futuro non ci siano battute di arresto e, si prosegua per la strada intrapresa a beneficio degli utenti”.

I CONTROLLI - La lunga perquisizione negli uffici dell'Ater di Latinada parte della guardia di finanza è durata quasi un'intera giornata, negli uffici dell'Ater di Latina. L'ispezione è stata eseguita nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Latina relativa all'aggiudicazione di alcuni appalti per la manutenzione di alloggi popolari ad Aprilia e all'acquisizione di alcuni edifici attraverso aste immobiliari. I reati ipotizzati dalla Procura, a carico di due tecnici e un dirigente dell'Ater, sono di abuso d'ufficio e turbativa d'asta. I finanzieri sono entrati negli uffici ieri mattina e ne sono usciti a tarda notte, dopo aver sequestrato alcuni faldoni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della finanza all’Ater, dal presidente solidarietà alla direzione

LatinaToday è in caricamento