menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabaudia, scoperto deposito abusivo con 41mila litri di gasolio

Blitz della guardia di finanza in un'azienda agricola. Denunciati padre e figlio; sequestrato il carburante di contrabbando del valore economico di circa 100mila euro. Proseguono le indagini delle fiamme gialle

Scoperto a Sabaudia un deposito abusivo con 41mila litri di gasolio destinato forse al mercato clandestino. Il blitz dei finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Latina e della brigata di Sabaudia, nell'ambito di controlli per il contrasto degli illeciti nel settore delle accise, è scattato all’interno di un’azienda agricola.

Durante i controlli, le fiamme gialle hanno rinvenuto quattro grandi contenitori della capacità di 1000 litri ciascuno contenenti un liquido rossastro etichettato come fertilizzante e come tale indicato dal responsabile dell’azienda; insospettite hanno deciso di proseguire con gli accertamenti individuando, incassata in una parete seminascosta, una “pistola erogatrice” normalmente utilizzata per il rifornimento di carburante, collegata – tramite una condotta artigianale – ad un serbatoio non dichiarato risultato contenere circa 15mila litri di prodotto dalla colorazione analoga a quella del liquido presente nei serbatoi mobili.

Da un primo esame lo stesso risultava essere gasolio addizionato ad un colorante rosso (differente, quindi, dalla colorazione tipica della nafta) presumibilmente per confonderne la natura.

Scoperta che non ha fatto altro, insieme alla totale assenza di documenti che comprovassero la legittima provenienza del prodotto, che aumentare i sospetti dei finanzieri che andando avanti con più minuziosi controlli del sito hanno scoperto, occultata in un terrapieno nascosto tra gli alberi, una botola di accesso ad una cisterna interrata che conteneva circa 10mila litri di gasolio.

Gli accertamenti sono poi proseguiti anche in un’altra sede operativa nei dintorni di Sabaudia appartenente agli stessi due soggetti, padre e figlio, proprietari della azienda agricola e dove sono stati trovati altri 12mila litri di nafta.

I due sono stati denunciati a piede libero mentre il gasolio rinvenuto, pari complessivamente a 41.000 litri del valore economico di circa 100mila euro è stato posto sotto sequestro e travasato in contenitori e trasferito presso un custode giudiziario. “Non si esclude – conclude la guardia di finanza - che il deposito abusivo scoperto dalla guardia di finanza sia stato funzionale all’esercizio di una possibile attività di commercio illegale di carburante per autotrazione proveniente dal mercato clandestino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento