Lunedì, 15 Luglio 2024
Il caso

Detenuto di 26 anni trovato morto in cella: inchiesta della Procura

E’ accaduto nel carcere di Viterbo; disposta l’autopsia sul corpo del giovane di origini romene che era residente a Latina

E’ stato aperto un fascicolo di indagini dalla Procura di Viterbo sulla morte di un giovane di 26 anni residente a Latina trovato senza vita nel cercare della città capoluogo. La tragedia nella mattinata di ieri, domenica 26 marzo, intorno alle 8 quando, come riporta ViterboToday, è stata fatta la drammatica scoperta all’interno di una cella a Mammagialla in cui il ragazzo stava scontava scontando una pena di 4 anni per rapina e incendio commessi nel 2021 a Borgo Grappa.

La vittima, Cosmin Tebuie, aveva origini rumene ma era residente nel capoluogo. Secondo i primi accertamenti, il decesso sarebbe avvenuto nel sonno e sul corpo del giovane non sono stati trovati segni di violenza. Secondo una prima ricostruzione dei fatti il 26enne nella serata di sabato avrebbe parlato al telefono con i familiari a cui avrebbe detto di stare bene; poi si è messo a letto, si è addormentato e non si è più svegliato.

La Procura di Viterbo ha aperto un’inchiesta e disposto l’autopsia; grazie all’esame potrebbero arrivare, infatti, risposte utili per chiarire le cause che hanno portato al decesso del giovane detenuto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto di 26 anni trovato morto in cella: inchiesta della Procura
LatinaToday è in caricamento