Festa della Polizia, il sindaco Della Penna: "La differenza la fanno le persone"

Il primo cittadino di Cisterna e presidente della Provincia ha fatto gli onori di casa oggi in occasione della festa della polizia, omaggiando poi il Questore De Matteis con una foto dei giudici Falcone e Borsellino

Il discorso di Eleonora Della Penna, sindaco di Cisterna e presidente della Provincia, che ha aperto questa mattina la festa in occasione del 165° anniversario della Polizia di Stato. Dopo il discorso, il sindaco ha voluto omaggiare il Questore Giuseppe De Matteis con la foto dei giudici Falcone e Borsellino.

E’ con grande orgoglio ed emozione che a nome personale, dell’amministrazione e della nostra comunità vi do il benvenuto a Cisterna. Oggi è un giorno di festa per la Polizia di Stato e noi vogliamo essere al vostro fianco ringraziando lei, signor Questore, per avere scelto di festeggiare qui questa importante ricorrenza. Mi consenta di dire ufficialmente, però, che non è un caso.

La scelta di portare questo evento sul territorio non è un caso.Possiamo dirlo signor Questore e mi permetta di spiegarne brevemente le ragioni.La polizia di Stato ha sempre mostrato grande vicinanza al territorio.

Lo ha fatto lei, personalmente, in maniera tangibile quando un mese dopo essere stata eletta, in occasione del suo insediamento, venne a trovarmi nel mio ufficio da sindaco qui, in Comune. Ho ricordato spesso quell’incontro perché ci ha permesso di intraprendere dal primo momento una strada comune. Lei apprezzò molto la scelta di installare un quadro con la foto dei giudici Falcone e Borsellino nel mio ufficio, immagine che poi abbiamo replicato nel murales qui, a due passi da noi. A me è sembrata una cosa assolutamente naturale per la mia formazione, per la mia storia personale. Lei ha sempre voluto sottolinearne, giustamente, il valore e il forte, dirompente, significato. L’altro giorno in conferenza stampa ha parlato di una politica nuova, di un percorso nuovo che questo territorio vuole e deve intraprendere. Lei, gli uomini e le donne della Polizia di Stato che operano su questa provincia, siete grandissimi, indiscussi protagonisti di questo cambiamento. Lo siete stati nelle varie operazioni che vi hanno visto – da soli o in collaborazione con le altre forze dell’ordine - impegnati per ripristinare la legalità anche all’interno delle pubbliche amministrazioni, lo siete stati con le vostre indagini, con il lavoro faticoso che portate avanti ogni giorno e al quale come Provincia abbiamo voluto dare un riconoscimento tangibile investendo delle risorse, seppure limitate, nella ristrutturazione della Questura di Latina.

E, consentitemi di dirlo, la differenza come sempre la fanno le persone.

E lei, signor questore, ha fatto e fa la differenza.

Viviamo un momento complicato e da amministratore pubblico potrei parlare dei bilanci strozzati dei nostri enti. Invece il punto non è questo, o almeno non solo. La crisi di identità che la politica, la società, vive quotidianamente può trovare delle risposte solo ed esclusivamente nell’impegno civile, nella voglia di riscatto, nella cultura, nel lavoro. Tutti valori che la Polizia di Stato incarna da sempre e che con la sua venuta in provincia di Latina abbiamo sentito ancora più forti. Lei ha dato un impulso notevole all’attività della polizia, un impulso che è stato da subito tangibile e che ha confortato non poco i cittadini e gli stessi amministratori che, come ha ben detto in altre occasioni, cercano la strada del cambiamento. Della legalità. Questo territorio, questa provincia, hanno bisogno di risposte che voi con il vostro lavoro date ogni giorno e noi siamo al vostro fianco come amministratori, come cittadini.

Dicevo prima che la differenza la fanno le persone: per questo consentitemi  di ringraziare chi lavora sul territorio, fianco a fianco con i sindaci. Per questo nella veste di primo cittadino di Cisterna voglio dire grazie a due donne della Polizia di Stato, la dottoressa Lucia Di Pierro, attuale dirigente del commissariato donna di grande professionalità, esperienza e disponibilità illimitata verso tutti. Un particolare ringraziamento a nome della comunità pontina voglio riservarlo all’assistente capo Giovanna Gagliardi per me e per tutti esempio di coraggio e forza viva a cui voglio ricordare che siamo al suo fianco, che i cisternesi – tutti - sono al suo fianco.

Consentitemi, in fine, di ricordare che tutto questo lavoro non sarebbe possibile e non avrebbe senso se le istituzioni del territorio non si parlassero, non si confrontassero, se non ci fosse un rapporto tale da permettere una collaborazione straordinaria e ineguagliabile. Per questo voglio ringraziare il Prefetto Faloni che ha saputo mettersi a capo di una squadra di cui fanno parte, oltre al questore, anche i rappresentanti delle altre forze dell’ordine e di cui mi onoro di far parte nella veste di presidente della Provincia. Questa squadra è unita più che mai, tutti lavorano in base alle loro competenze ma tutti hanno l’unico imprescindibile obiettivo: la legalità come volano per far crescere la nostra società, la nostra economia, la nostra amata provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mi sono permessa, signor Questore, di andare fuori protocollo e ho fatto preparare per lei un piccolo ricordo della nostra città. Avrei potuto regalarle un meraviglioso quadro di Ninfa che, lo ricordo, è sul territorio di Cisterna, un dipinto del mosaico rinvenuto nell’area archeologica Tres Tabernae, una copia del buttero di Cambellotti, avrei potuto donarle alcuni suggestivi scatti di palazzo Caetani o magari prepararle un cesto con i nostri meravigliosi prodotti tipici. Ho deciso, invece, di ripartire da dove abbiamo iniziato, segnando quel momento che sono certa ci accompagnerà per sempre, donandole proprio quel quadro che ha trovato nella mia stanza in Comune, che trova in Provincia e il cui significato è per me, per lei e per noi tutti motivo di orgoglio e linfa per un quotidiano impegno civile. Grazie ancora, grazie di cuore a tutti, grazie ai bambini delle scuole di Cisterna che hanno voluto partecipare con tanto entusiasmo a questa bella manifestazione. Buona Pasqua, Viva l’Italia, viva la Polizia di Stato!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento