Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Divulgazione sanitaria: nasce un protocollo tra Croce rossa ed Ente nazionale sordomuti

Obiettivo: far collaborare le due associazioni per migliorare la comunicazione tra paziente non udente e il personale sanitario, oltre a diffondere le nozioni di primo soccorso e delle manovre salvavita tra la popolazione sorda.

Un protocollo d’intesa è stato siglato tra il comitato locale della Croce Rossa e la sezione provinciale dell’ente nazionale per l’assistenza ai sordi (Ens), rispettivamente rappresentati dai presidenti Giancarlo Rufo e Biagio Meschino.

Obiettivo: far collaborare le due associazioni per migliorare la comunicazione tra paziente non udente e il personale sanitario, oltre a diffondere le nozioni di Primo soccorso e delle Manovre Salvavita tra la popolazione sorda. Solo in provincia di Latina sono 355 le persone che non sentono i suoni (circa 70 mila in Italia), che hanno un'oggettiva difficoltà di relazione con il mondo sanitario poiché negli ospedali e nei centri di ambulatori non sono presenti gli interpreti Lis, sono chiamati al bisogno con evidenti criticità solo nelle situazioni d'emergenza.

Oltretutto, non esistono percorsi formativi specifici per gli stessi operatori sanitari. Da questa situazione sul territorio pontino nasce questa collaborazione che porterà la Croce Rossa pontina a organizzare per gli associati Ens i corsi di Manovra Salvavita (Bls, Pbls e le manovre di disostruzione delle vie aree adulti e pediatriche) e di Primo soccorso. Invece, l'Ens pontina curerà un corso gratuito di sensibilizzazione alla Lis per i volontari del Comitato di Latina della CRI oltre a mettere a disposizione i propri interpreti durante i vari momenti formativi in materia sanitaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divulgazione sanitaria: nasce un protocollo tra Croce rossa ed Ente nazionale sordomuti

LatinaToday è in caricamento