Don't Touch: il Riesame conferma il carcere per altri sei, in due ai domiciliari

Ieri lo scioglimento della riserva per il secondo gruppo che ha discusso venerdì davanti al tribunale della Libertà. Reggono le accuse davanti ai giudici romani

E' stata sciolta ieri la riserva per il secondo gruppo delle persone arrestate nel corso dell'operazione Dont' Touch che ha discusso la posizione davanti ai giudici del tribunale del Riesame. Per quasi tutti è stata confermata la custodia cautelare in carcere e le accuse, quindi, hanno retto in blocco. 

I giudici capitolini hanno deciso di lasciare in carcere Carlo Ninnolino, agente della questura di Latina e il carabiniere di Aprilia Fabio Di Lorenzo, il cui ruolo sarebbe stato quello di informare alcuni degli indagati dei contenuti dell'indagine che i poliziotti della mobile stavano svolgendo. 

Confermata la misura anche per Fabrizio Marchetto, Angelo Morelli, Riccardo Pasini, Cristian Battello. Gli arresti domiciliari sono stati concessi a Fabio Bortolin e a Dario Gabrielli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento