rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Aprilia

Estorsione per pagare i funerali del fratello, ucciso durante una rapina a Pisa: due arresti

Il colpo finito nel sangue risale al 13 giugno scorso. Vittima il 43enne Simone Bernardi, di Aprilia. Ora altri due arresti ad Aprilia da parte dei carabinieri. I due volevano pagare i funerali del rapinatore con delle estorsioni

Una rapina finita nel sangue, il 13 giugno scorso a Pisa. Una vittima: Simone Bernardi, 43enne di Aprilia, che aveva tentato il colpo in una gioielleria di via Battelli, poco lontano dal centro, e che è stato ucciso dal titolare del negozio.

Ma la cronaca non è finita lì. In manette sono finiti il fratello del rapinatore ucciso e un amico, entrambi di Aprilia. I carabineieri del nucleo operativo e radiomobile, insieme ai colleghi della stazione di Campoverde e in collaborazione con l’Arma di Spoleto e di Ardea, hanno arrestato i due per tentata estorsione continuata in concorso.

Le indagini dei militari hanno consentito di scoprire che Massimiliano Bernardi, 48enne fratello della vittima, e un complice, V.P. di 42 anni, tra giugno e luglio, subito dopo l’omicidio, hanno tentato di costringere ripetutamente, usando violenza e minacce, due persone di Aprilia ad elargire la somma di 5mila euro. Denaro che doveva servire per pagare i funerali di Simone Bernardi.

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del Gip di Latina i due sono quindi finiti in carcere e associati rispettivamente presso le case circondariali di Spoleto e di Rebibbia a Roma 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione per pagare i funerali del fratello, ucciso durante una rapina a Pisa: due arresti

LatinaToday è in caricamento