Fondi, stretta sul lavoro nero: controlli a tappeto nelle aziende. Tre stranieri irregolari espulsi

Le ispezioni hanno riguardato diverse realtà, tra cui un'azienda di panificazione e un'impresa agricola

Stretta sul lavoro nero. Su disposizione del questore Rosaria Amato il commissariato di polizia di Fondi, insieme al persone dell'Ispettorato del lavoro di Latina, ha effettuato un controllo su alcune aziende del territorio. Durante le ispezioni è emerso che una ditta che opera nel settore della panificazione, aveva cinque lavoratori stranieri uno dei quali privo di documenti e permesso di soggiorno. Il titolare, un 25nne del luogo, è stato dunque denunciato alla Procura mentre per il lavoratore, di nazionalità indiana, 31enne, è stato disposto il decreto di espulsione dal territorio nazionale.

Tra i numerosi controlli effettuati, è stata posta l’attenzione su di una azienda agricola in zona “Rinchiusa”, il cui  titolare, S.G. di anni 57,  residente a Fondi, è stato denunciato per la violazione del testo unico che disciplina l’immigrazione, avendo impiegato due cittadini extracomunitari, entrambi indiani e in Italia senza fissa dimora, privi di qualsiasi documento di riconoscimento e di permesso di soggiorno. Anche per loro è scattata l'espulsione.

Infine, sono state sottoposte a controllo, altre tre aziende del settore agricolo della zona “Salto di Fondi”, nonché un'azienda del settore del rimessaggio di barche n zona Selvavetere, le quali al momento non hanno fatto riscontrare irregolarità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento