Associazione a delinquere di stampo mafioso: sequestro di beni per 400mila euro

L'operazione della Finanza a Fondi, a carico di due pregiudicati condannati con sentenza definitiva

Un sequestro preventivo da 400mila euro è stato eseguito oggi, 18 maggio, dalla Guardia di finanza a carico di due uomini di Fondi, A.T., 62 anni, e M.A.D.F., 51 anni, entrambi pregiudicati per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso. L'adozione delle  misure preventive, rispettivamente per un patrimonio di 110.000 euro e di 289.257, era stata richiesta dal procuratore aggiunto di Latina Carlo Lasperanza e dal sostituto procuratore Giuseppe Miliano, al termine di un'indagine condotta dai militari della compagnia di Formia e da quelli del servizio centrale di investigazione sulla Criminalità Organizzata della guardia di finanza (Scico).

L'attività investigativa ha consentito di intercettare transazioni su beni immobili e mobili realizzate dai due in violazione delle disposizioni antimafia scaturite da sentenze definitive di condanna per associazione a delinquere. In particolare, il 62enne aveva omesso la comunicazione dell'alienazione, al prezzo di 110.000 euro, di un’abitazione e di un annesso deposito, mentre il 51enne aveva omesso la comunicazione di alcune variazioni patrimoniali eccedenti la somma di 10mila euro, riconducibili a donazioni, acquisti di fabbricati e terreni e relativi interventi manutentivi, per un ammontare complessivo di 289.257 euro. Gli elementi di prova a carico dei due pregiudicati hanno portato la procura ad avanzare al gip del tribunale di Latina la richiesta di sequestro preventivo delle somme di denaro corrispondenti alle variazioni patrimoniali non comunicate.

La compagnia di Formia ha dato quindi esecuzione ai provvedimenti preventivi sottoponendo a sequestro diponibilità liquide fino alla somma complessiva di 399.257 euro nella disponibilità dei due indagati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività si inquadra in un più ampio schema investigativo che vede la procura di Latina e la guardia di finanza impegnate nell’aggressione dei patrimoni illecitamente detenuti. Finora sono stati portati a termine sequestri preventivi su beni mobili e immobili per 900.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nelle ultime 24 ore 17 contagi nel Lazio e tre in provincia. I dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: 15 nuovi casi nel Lazio, 2 in provincia di Latina. I dati delle Asl

  • Coronavirus: 12 nuovi contagi nel Lazio, nessuno tra i residenti pontini. I dati delle Asl

  • Coronavirus Latina: tornano i contagi, due nuovi positivi in provincia

  • Coronavirus, altri positivi: oltre al bagnino di Sabaudia, un indiano e un uomo di Sermoneta

  • Coronavirus Latina, altri due casi in provincia. Focolaio della movida: al via i tamponi drive in

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento