rotate-mobile
CRONACA / Formia

In pronto soccorso ruba lo zaino a un paziente

L'uomo, originario di Caserta, è stato poi rintracciato dai carabinieri alla stazione, mentre saliva su un treno diretto a Napoli

Un uomo sospetto era stato notato, mentre si aggirava all'interno del pronto soccorso dell'ospedale Dono Svizzero di Formia, da alcuni pazienti. Fra questi, un ragazzo di Gaeta che, durante la visita a causa di un infortunio, aveva lasciato il suo zaino incustodito, con il cellulare e alcune centinaia di euro all'interno. Terminata la visita, si è accorto che del suo telefono non c'era più traccia e si è rivolto ai carabinieri.

I militari hanno dunque raccolto la descrizione del sospettato, non solo dalla vittima del furto ma anche di altre persone in quel momento nel momento soccorso, e hanno fatto scattare le ricerche, riuscendo a individuarlo nei pressi della stazione ferroviaria di Formia mentre si accingeva a salire su un treno che viaggiava in direzione di Napoli.

Alla vista dei carabinieri in uniforme, l'uomo, un 40enne originario di Caserta, vistosi braccato, ha cercato di disfarsi di un cellulare, poi risultato essere il telefono rubato poco prima al paziente, gettandolo sui binari. L'oggetto però è stato recuperato dai carabinieri e restituito al proprietario, mentre il ladro, già gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, è stato denunciato all'autorità giudiziaria. I militari di Formia richiederanno anche un’idonea misura di prevenzione personale come il foglio di via obbligatorio dal comune di Formia per tre anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In pronto soccorso ruba lo zaino a un paziente

LatinaToday è in caricamento