Furti e rapine nel capoluogo, scoperta la banda delle autolinee: cinque egiziani in manette

Questa mattina l'operazione della polizia che ha portato a cinque ordinanze di custodia cautelare a carico di una banda di giovanissimi diventata il terrore della zona delle autolinee

Rapina aggravata, furti e ricettazione. Con queste accuse è finita in manette una banda di cittadini egiziani diventata il terrore della zona delle autolinee di Latina. Tra la fine del 2017 e i primi mesi del 2018 si era registrato un forte aumento di scippi e rapine in questa zona della città, ai danni di numerosi cittadini, soprattutto giovani, che erano in attesa di prendere l'autobus. Numerose erano state le denunce al 113 da parte di malcapitati che richiedevano l'intervento delle forze dell'ordine perché aggrediti e depredati. 

L'operazione è scattata ieri da parte del personale della Squadra Mobile e dell'Ufficio di Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Le indagini mirate, condotte anche attraverso servizi di osservazione in zona, hanno consentito di individuare un gruppo di cittadini egiziani che agivano sempre con la stessa tecnica: individuavano la vittima di turno, si avvicinavano con la scusa di chiedere l'ora o di vendere una dose di droga e poi accerchiavano il malcapitato e si impossessavano di tutti i suoi averi, denaro, cellulare e oggetti di valore. 

Il quadro indiziario raccolto dagli agenti della Mobile e della Volante è stato poi confermato dai riscontri effettuati sul traffico telefonico degli indagati, i cui cellulari sono stati sequestrate dalla polizia nel corso di precedenti perquisizioni. Le analisi hanno permesso di accertare che, in occasione di numerose rapine nella zona delle autolinee, i telefoni mobili del gruppo agganciavano sempre ripetitori che si trovavano in zona, in orari compatibili con quelli in cui erano avvenute le aggressioni. Il riconoscimento fotografico da parte delle vittime ha poi fatto il resto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La misura cautelare in carcere è scattata per quattro giovanissimi soggetti di nazionalità egiziana: Moussa Ragab Farouk Mostafa, 21 anni; Hesham Fawuzy Mohamed Mohamed Elbahlawan, 21 anni; Ahmed Ibrahim Elmohamdy Eladib, 17enne; Husam Hassan Alì Shuhata, 24 anni. Destinatario della custodia cautelare in carcere anche un quinto connazionale attualmente irreperibile. Due componenti della banda sono stati arrestati a Sulmona e a Livorno, dove si erano trasferiti. Un sesto ragazzo, minorenne, è stato denunciato e la sua posizione è attualmente al vaglio della Procura per i Minori di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

  • Coronavirus, 149 casi in più in provincia. A Latina città 48 nuovi contagi e un decesso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento