menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assistenza in mare e verifiche sulle spiagge della Guardia costiera: raffica di multe nel sud pontino

Il bilancio dell'attività dei militari nei comuni di Gaeta, Formia, Sperlonga e Fondi. Soccorse in mare alcune imbarcazioni in difficoltà

Nel corso del week-end appena trascorso, il dispositivo predisposto dalla Capitaneria di porto-Guardia Costiera di Gaeta con l’azione congiunta di pattuglie terrestri ed unità navali, ha assicurato una capillare e continuativa presenza su tutto il litorale di competenza, per prevenire incidenti e garantire, sia a terra che in mare, la sicurezza delle attività balneari e della navigazione.

Per quanto riguarda gli interventi effettuati dai mezzi navali, nella serata di sabato è stata effettuata un’operazione di assistenza a una piccola unità a vela con 2 persone a bordo, che segnalava difficoltà di manovra nella rada di Gaeta. Nel pomeriggio di ieri, domenica 23 agosto, nelle acque antistanti il litorale di Serapo, sempre a Gaeta, è stata fornita assistenza a un gommone a noleggio con il motore in avaria, con 6 ragazzi a bordo di origine campane.

Il personale dell’Ufficio locale marittimo di Formia è stato impegnato nella rimozione di una carcassa di delfino in avanzato stato di decomposizione, con il supporto dell’operatore subacqueo locale vista la vicinanza agli scogli. L’esemplare era stato avvistato alcune ore prima da alcuni diportisti, nello specchio acqueo antistante la spiaggia dei sassolini nel comune di Minturno.

Nell’ambito dei controlli effettuati sul demanio marittimo dalle pattuglie terrestri, a Gaeta sono stati elevati due verbali amministrativi a carico di uno stabilimento balneare per aver utilizzato la porzione di arenile per uno scopo diverso da quello autorizzato, omettendo tra l’altro di delimitare l’area in concessione. Particolari controlli anche sull’osservanza delle prescrizioni dell’ordinanza di sicurezza balneare: è stato infatti sanzionato un noleggiatore di attrezzature balneari per l’assenza del bagnino di salvataggio e della relativa postazione e per aver omesso di segnalare con opportuni gavitelli o apposita cartellonistica il limite delle acque sicure.

Sotto osservazione ancora una volta la pratica sportiva del kitesurf sulle spiagge del comune di Fondi. Nella giornata di sabato, anche a seguito di diverse segnalazioni, i militari della Guardia Costiera, insieme alla polizia Locale di Fondi, hanno elevato due verbali amministrativi ad altrettanti kiters per aver lasciato le attrezzature (vele e cavi) incustodite sulla spiaggia, occupando di fatto porzioni di spiaggia libera ed impedendone l’uso ad altri utenti.

Di particolare rilievo, infine, l’attività di contrasto all’illecito uso del demanio marittimo effettuata dal personale della Capitaneria di porto di Gaeta in servizio sul litorale di Sperlonga. Il servizio ha portato a sanzionare un’attività di noleggio che, contrariamente a quanto autorizzato, aveva pre-posizionato le proprie attrezzature balneari ben prima dell’arrivo dei clienti occupando abusivamente il demanio pubblico.

Il complesso delle sanzioni amministrative comminate nel corso dei vari controlli, ha raggiunto la cifra di oltre 5000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento