Cronaca

Disabilità e disagi sociali, la Nave Italia fa sosta nel porto di Gaeta

Il veliero goletta della Marina Militare, con a bordo alcuni giovani ospiti dell'ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, salperà alla volta di Salerno

In questi giorni, all’ormeggio presso la banchina Caboto adiacente alla sede della Capitaneria di porto di Gaeta, ha fatto bella mostra di sé il veliero goletta della Marina Militare Italiana “Nave Italia”.     

La FondazioneTender to Nave Italia è una onlus fondata nel 2007 dalla Marina Militare Italiana e dallo Yacht Club Italiano, impegnata da anni contro ogni forma di pregiudizio sulle disabilità e sui disagi sociali. Nonostante le difficoltà legate all’emergenza covid, che continua purtroppo ad imporre limitazioninella possibilità di effettuare visite a bordo, Nave Italia continua a portare avanti progetti educativi e riabilitativi soprattutto per i giovani, sfruttando la terapia della vela, dell’avventura e dell’inserimento sociale.

Una palestra di vita che anno dopo anno, missione dopo missione, dimostra che in mare non ci sono barriere: del resto, tutti sono indispensabili a bordo e possono esserlo anche a terra. L’obiettivo è diffondere di porto in porto questa consapevolezza toccando i cuori e le coscienze, per abbattere i muri dell’indifferenza. Prima della partenza alla volta di Salerno, con a bordo alcuni giovani ospiti dell'ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, il comandante di Nave Italia Giovanni Neri ha incontrato il comandante della capitaneria di porto di Gaeta, Federico Giorgi.  

Anche il comando Ggenerale del Corpo delle Capitanerie di porto, con i propri Uffici diffusi su tutto il territorio, sostiene e supporta le campagne di Nave Italia, affinchè anche via mare arrivi un messaggio di speranza e solidarietà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità e disagi sociali, la Nave Italia fa sosta nel porto di Gaeta

LatinaToday è in caricamento