Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Maenza

Incendi boschivi a Maenza, 32enne arrestato. Incastrato dal Dna

Il giovane è considerato il responsabile di due roghi appiccati in località Le Rose durante la scorsa estate. Determinanti per la sua identificazione le tracce lasciate sugli inneschi. L'accusa è di incendio doloso

È stato arrestato perché considerato il responsabile di due incendi appiccati a Maenza, in località Le Rose, a luglio e agosto dello scorso anno. Ad incastrarlo le tracce lasciate sugli inneschi realizzate per i roghi.

Questa mattina gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno così dato esecuzione alla misura cautelare ai domiciliari emessa dal Gip del tribunale di Latina.

L’arresto del 32enne arriva a diversi mesi dai due episodi e al termine di meticolose indagini durante le quali si è rivelato decisivo il rinvenimento sui luoghi degli incendi di particolari ordigni su cui sono state fatte delle ricerche per individuare tracce organiche.

Tracce di Dna che poi si sono rilevate fondamentali per risalire al 32enne arrestato con l’accusa di incendio doloso. Secondo i primi accertamenti, gli incendi erano stati appiccati per ottenere nuove superfici di terreno da destinare al pascolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi a Maenza, 32enne arrestato. Incastrato dal Dna

LatinaToday è in caricamento