Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Incendi a Latina, BorghInBici: “Responsabilità di una politica distratta”

La nota dell’assicurazione che denuncia la grave situazione venutasi a creare a Latina dopo la recente ondata di incendi che non ha risparmiato neppure i canali della bonifica”

Non si arresta la scia di incendi che nelle ultime settimane non ha risparmiato neanche la città di Latina. 

E proprio per denunciare la “grave situazione” che sta interessando anche il capoluogo pontino dopo l’ondata di incendi che “non ha risparmiato neppure i canali della bonifica, i cui argini mostrano ormai lunghe strisce nere, in molti casi, ancora fumanti” l’associazione BorghInBici (Borgo Faiti-Borgo San Michele) ha inviato una nota all’assessore Regionale all’Ambiente Fabio  Refrigeri, al presidente della Provincia Eleonora Della Penna, al sindaco di Latina Damiano Coletta, al Commissario straordinario del Consorzio di bonifica ed alle associazioni aderenti al Comitato Argini. 

L’Associazione ricorda come “i propri soci, percorrendo anche a piedi molti argini, nel corso di questi mesi abbiano segnalato la situazione estremamente critica in cui versavano moltissimi di questi luoghi, non solo a causa dell’erba incolta ma anche di arbusti di ogni forma e misura che costituiscono ostacoli insormontabili per chi voglia percorrerli. A questo vanno aggiunte (un esempio eclatante si trova sul tratto sinistro del Canale delle Acque Medie) barriere e recinzioni abusive che dall’argine scendono fino a lambire l’acqua ed impediscono anche il percorso pedonale”.

“BorghInBici - ricorda l’associazione - opera all’interno di quel più vasto movimento di cittadini che chiede, da anni, di poter utilizzare,  in tutta sicurezza, la bicicletta in modo quotidiano e continuativo, puntando a nuove piste ciclabili e ad una diversa politica comunale di mobilità. Ed in modo estremamente pragmatico afferma che, in attesa di tempi migliori per una rete di piste ciclabili vere e proprie, si possa intanto prevedere l'uso delle sponde dei canali della bonifica, in primis il Canale delle Acque Medie, e che si permetta alle persone di poter iniziare almeno a camminare in sicurezza sugli argini, cosa ad oggi in moltissimi casi impossibile da fare, per le motivazioni sopra esposte.

“BorghInBici - commenta Bruno Di Giacomo, presidente dell’Associazione -, nell’evidenziare come le segnalazioni avanzate sulla necessità della pulizia di molti argini siano caduti nel vuoto, con i tristi risultati oggi sotto gli occhi di tutti, rivolge un appello alle Associazioni locali che si occupano di ambiente e mobilità sostenibile, perché riprenda vigore e gambe quel movimento che stava lavorando in modo attivo per una nuova e diversa politica di miglioramento della qualità della vita cittadina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi a Latina, BorghInBici: “Responsabilità di una politica distratta”

LatinaToday è in caricamento