rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Maenza

In fiamme boschi a Maenza, arrestato piromane nascosto tra la vegetazione

Dopo aver appiccato l'incendio che hanno danneggiato 2 ettari di uliveto e macchia mediterranea aveva trovato rifugio tra le piante. Scoperto dai carabinieri finisce in manette

Circa due ettari di uliveto e macchia mediterranea a Maenza in località Farneto, La Vaccara sono stati colpiti ieri da un vasto incendio.

A finire in manette un uomo di 41 anni arrestato in flagranza di reato.

Il fuoco è divampato sulle montagne del comune pontino nella tarda mattinata di ieri, intorno alle 12.30, e nel giro di poco tempo sono divampate andando a devastare un’area boschiva di proprietà privata e demaniale.

Sul posto immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno impiegato delle ore prima di avere la meglio sulle lingue di fuoco che sono state dominate solo intorno alle 15.30.

Allertati anche i carabinieri del locale comando stazione che, coadiuvati dal personale della stazione del corpo forestale dello Stato di Priverno, hanno immediatamente rintracciato e arrestato il piromane, T. T., scoperto nascosto tra la fitta vegetazione dove aveva trovato rifugio dopo aver appiccato il rogo.

L’immediata perquisizione eseguita ai danni dell’uomo ha permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro anche un coltello a serramanico, della lunghezza complessiva di 18 centimetri, una tronchese e due accendini, verosimilmente utilizzati per tagliare ed incendiare numerosi rami.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme boschi a Maenza, arrestato piromane nascosto tra la vegetazione

LatinaToday è in caricamento