Cronaca

Folgorato mentre lavora, operaio pontino muore a Termini

L'incidente in un locale di servizio, lato via Giovanni Giolitti, mentre il 42enne della provincia di Latina stava operando su un quadro elettrico

È un pontino di 42 anni la vittima del drammatico incidente sul lavoro avvenuto nel primo pomeriggio di ieri alla stazione Termini di Roma: l’uomo è rimasto folgorato mentre lavorava all'installazione di un totem informativo in un sottopasso dello scalo ferroviario.

L’incidente avvenuto intorno alle 14.30 in un locale di servizio, lato via Giovanni Giolitti, mentre il tecnico stava operando su un quadro elettrico.

L’operaio della provincia di Latina lavorava per la Sysco, ditta specializzata in impianti informativi visivi e sonori che operava per conto della RFI.

Secondo una prima ricostruzione, tecnico, iscritto nell'albo dei professionisti formati per operare in quell'ambito, aveva messo in atto le misure di sicurezza previste dalla procedura. Inutile i soccorsi prestati dai sanitari del 118, per l’operaio pontino non c’è stato nulla da fare; sul posto anche vigili del fuoco e Polfer.

TUTTO SULL’INCIDENTE - LE FOTO

Intanto, la Procura di Roma ha aperto un'inchiesta e disposto l'autopsia sul corpo dell'uomo per accertare le esatte cause della morte; anche RFI ha avviato un'inchiesta per accertare la dinamica dell'incidente e verificarne le cause.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folgorato mentre lavora, operaio pontino muore a Termini

LatinaToday è in caricamento